Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Lavori a metà e ora deposito di mastelli: l’Airino ‘scippata’ del palazzetto senza preavviso

La società cestistica termolese infuriata per le condizioni in cui ha trovato l’impianto di piazza del Papa che è stato adibito a deposito bidoni per la differenziata

Sporco, freddo, con un fondo pessimo a causa dei lavori di qualche settimana fa che hanno lasciato il palazzetto peggio di com’era prima. E oggi un’altra sgradita sorpresa per chi quell’impianto lo usa tutti i giorni per lo scopo al quale è stato designato: lo sport. La società Airino basket è furiosa per le condizioni in cui è stato lasciato stamane il palazzetto di piazza del Papa.

“Per prima cosa il fondo dell’impianto è sconnesso dopo i lavori di ristrutturazione che dovevano durare cinque giorni e che invece sono andati avanti per un mese -. Hanno buttato giù la tribunetta perché non era a norma, ma passando coi mezzi sul terreno l’hanno rovinato. Abbiamo dovuto rimetterlo a posto con delle toppe”.

Bidoni Rieco palairino

Ma la più grande amarezza è stata scoprire dai giornali che il palazzetto è stato adibito a deposito dei nuovi mastelli per la differenziata, nonché a luogo dove ritirare lo stesso materiale per il porta a porta. Dalla mattina del 2 gennaio il personale della Rieco riceve i cittadini che chiedono i bidoni colorati con codice a barre e la tessera per usufruire dell’ecocentro.

Nessuno dal Comune ci ha avvisato, abbiamo provato a parlare col sindaco ma non l’abbiamo trovato – sbottano dalla società cestistica che da oltre 30 anni porta avanti la disciplina della palla a spicchi a Termoli -. Oggi pomeriggio il palazzetto era sporco e freddo, visto che è rimasto aperto tutta la mattina. Oggi dovevamo ricominciare col mini basket, ma come possono allenarsi bene i bambini in queste condizioni?”.

La società è amareggiata per il trattamento riservato, a cominciare dai lavori. “Non è stato fatto quanto annunciato, ma soltanto l’impianto anti incendio. Il resto è uguale se non peggio di prima”. E adesso quest’altro disagio che andrà avanti per diversi giorni. “Sicuramente fino all’Epifania, ma sicuramente dal 7 gennaio l’impianto tornerà agibile visto che quel giorno servirà per gli alunni dell’Istituto Alberghiero, dove la preside è anche la vice sindaco”.