Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Dramma sul lavoro, operaio di 46 anni muore schiacciato da un muletto

E’ stato drammatico l’epilogo dell’incidente sul lavoro che si è verificato oggi – 22 gennaio – in un’azienda del nucleo industriale di Pozzilli. Un operaio di 46 anni ha perso la vita mentre stava manovrando un mezzo meccanico mentre stava effettuando opere di manutenzione all’interno della R.R.E.P. Tecnologie, azienda che lavora alluminio. Improvvisamente, probabilmente a causa di un guasto meccanico, è rimasto schiacciato dalle forche del muletto, una sorta di carrello elevatore utilizzato per caricare e scaricare le merci.

A nulla è servito l’intervento dei medici del 118 che hanno potuto solo constatare il decesso dell’uomo, che lavorava in Molise ma è originario della Campania. Sul posto anche i  vigili del fuoco e i Carabinieri per gli accertamenti e per capire le eventuali responsabilità sulla morte del 46enne di Caivano, città della provincia di Napoli. In azienda è arrivato successivamente anche il magistrato di turno.

Dopo i rilievi da parte dei Carabinieri per ricostruire la dinamica esatta dell’accaduto, la salma è stata trasportata presso l’obitorio dell’ospedale di Isernia a disposizione dell’autorità giudiziaria che ne ha disposto l’autopsia.

Un decesso che ha sconvolto la comunità di Pozzilli e conferma ancora una volta le drammatiche statiche sulle cosiddette ‘morti bianche’. L’anno scorso in Molise dodici persone hanno perso la vita mentre lavoravano. Un numero superiore a quello registrato nel 2017 e nel 2016 e che mette in evidenza quanto ancora siano le precarie le condizioni di lavoro nelle aziende della nostra regione.