Il “miracolo” del vecchio prefabbricato trasformato in una casa per una famiglia terremotata fotogallery

La famiglia Vizzarri ha la casa inagibile a causa del terremoto dello scorso agosto, ma non poteva allontanarsi da terreni e animali. Per loro l'Avis di Bonefro ha rimesso a nuovo un vecchio e fatiscente modulo abitativo del sisma 2002. Oggi la consegna delle chiavi con una cerimonia informale e gioiosa

Nicola Vizzarri e i suoi cari, a Larino, hanno vissuto per mesi in condizioni precarie. Il terremoto del 16 agosto scorso, (5.1 la magnitudo), ha compromesso seriamente la loro abitazione. Casa inagibile ma nello stesso tempo impossibilità di allontanarsi perché non si potevano abbandonare animali e terreni. La famiglia vive di quello, vive di allevamenti e campagna. Perciò è rimasta, pur con infiniti disagi.

Ora però le cose sono cambiate. Ora una casa ce l’hanno. È un prefabbricato, uno di quelli assegnati al Comune di Bonefro dopo il sisma del 2002. In disuso da tempo, in condizioni di degrado e fatiscenza, è stato completamente rimesso a nuovo grazie al lavoro dei volontari dell’Avis di Bonefro, coordinati dal Presidente dell’Associazione Antonio Guarino.

Un lavoro minuzioso, fatto di artigianato attento e amorevole per un progetto che ha restituito il sorriso a una famiglia intera. La Protezione civile regionale ha dato il suo assenso senza esitare alla richiesta di trasloco del prefabbricato sui terreni della famiglia Vizzarri. Il gruppo di protezione civile Avis di Bonefro ha fatto un miracolo, occupandosi della ristrutturazione completa. E la consegna delle chiavi, oggi 18 gennaio, è stata una festa. Hanno partecipato il vicesindaco di Bonefro Nicola Porrazzo, Angelo del Gesso della protezione civile regionale e molti dei volontari Avis che hanno effettuato la ristrutturazione.

Un lavoro non semplice, che però è stato ripagato dalla riconoscenza di una intera famiglia. “La loro felicità la nostra forza” il commento più bello della giornata.