Guasto al passaggio al livello di Cantalupo, il treno per Napoli arriva con 75 minuti di ritardo

Un guasto al passaggio al livello di Cantalupo nel Sannio: questa la causa che ha provocato l’ennesimo pomeriggio di disagi sulle ferrovie molisane. Chi viaggiava sul regionale partito alle 17.58 da Campobasso e diretto a Napoli è arrivato con 75 minuti di ritardo.

Il treno infatti è stato costretto a fermarsi quando ci si è accorti del malfunzionamento del sistema di chiusura delle sbarre nelle vicinanze del paese dell’area matesina. Come da protocollo, sono stati avvertiti i Carabinieri di Bojano, giunti dopo un po’ sul posto, e poi è stato allertato il personale di Ferrovie dello Stato per la riparazione del guasto.

Per i passeggeri un’attesa lunghissima. Infine, stanchi e infuriati sono giunti a destinazione. “Sono arrivato a Isernia alle otto e un quarto di sera, ma non è più possibile tollerare questi disagi”, la segnalazione di un pendolare. Anche perchè non è la prima volta che il treno deve fare una sosta ‘forzata’ a Cantalupo per via di un guasto al passaggio al livello. “Non solo è aumentato il costo dell’abbonamento, ma il servizio è sempre più scadente”. Sempre ieri, del resto, e ancora una volta su uno dei convogli che collegano Campobasso a Napoli ci sono stati disagi legati al cattivo funzionamento dell’impianto di riscaldamento.

I pendolari continuano a chiedere l’intervento della Regione e dell’assessore al ramo Vincenzo Niro: “Il servizio di trasporto su ferro – il ragionamento di chi ha contattato la nostra redazione – non funziona per nulla, Trenitalia probabilmente non ha interesse a renderlo decente. Cosa aspetta la Regione Molise per rescindere il contratto?”.