Getta cenere ancora fumante in un cassonetto: denunciato. Aveva causato incendio in via Romano

Un 50enne campobassano denunciato per incendio colposo e getto pericoloso di cose: ha causato senza volerlo il rogo di un bidone della spazzatura l'8 gennaio scorso in via Romano, a due passi dalla Questura. E' stato beccato grazie alle telecamere.

La cenere del camino non completamente spenta: è stata questa la causa dell’incendio del cassonetto divampato l’8 gennaio scorso in via Romano, a due passi dalla Questura e dal comando della Guardia di Finanza di Campobasso.

Incendio cassonetto

Il rogo divampato intorno alle 14 ha lambito anche un’autovettura parcheggiata accanto ai cassonetti: due settimana dopo è stata la Digos a chiarire con esattezza cosa è accaduto quel giorno in una zona molto trafficata della città in cui ci sono uffici, negozi, forze dell’ordine e anche un supermercato.

Secondo la ricostruzione degli agenti di via Tiberio l’uomo denunciato per incendio colposo e getto pericoloso di cose, un cinquantenne residente nella zona, avrebbe distrattamente sversato la cenere del suo camino ancora fumante nel bidone di plastica che ha attivato la combustione dei rifiuti generando fiamme altissime riprese anche in un video pubblicato in esclusiva da Primonumero.it.

Un paio di settimane dopo, e a seguito dell’acquisizione delle immagini della videosorveglianza, l’attività investigativa della polizia (e non dei carabinieri che erano intervenuti quel giorno sequestrando anche alcune cartucce da caccia scariche, ndr) ha dato i suoi frutto: il 50enne è stato denunciato. A immortalare il suo gesto le telecamere della zona ma non quelle nuove e ancora disattivate installate dal Comune che si trovano nella rotatoria di piazzale Palatucci.