Quantcast

Fanno saltare il bancomat con l’esplosivo, poi fuggono: colpo da 20mila euro

I Carabinieri stanno indagando per risalire agli autori del colpo. Al vaglio i filmati delle telecamere a circuito chiuso piazzate all’esterno e negli uffici della filiale della Banca Popolare della Puglia e Basilicata.

L’assalto nel cuore della notte, intorno alle 3. Un boato fortissimo che ha fatto ‘saltare’ dal letto tanti cittadini di Colli al Volturno. Molti hanno pensato al terremoto, in realtà un commando con un’azione rapidissima stava svaligiando il bancomat della Banca Popolare della Puglia e Basilicata che si trova proprio al centro del paese.

Dopo aver utilizzato esplosivo per far saltare lo sportello, la banda -probabilmente composta da tre persone – ha portato via il bottino.

Quando sono arrivati i Carabinieri della Compagnia di Venafro, che coordinano le indagini a tutto campo per fare chiarezza sul fatto, i malviventi già si erano dileguati probabilmente imboccando una delle strade che collegano all’Abruzzo.

colpo bancomat Colli al Volturno

I militari hanno effettuato i rilievi e stanno verificando i filmati delle telecamere a circuito chiuso piazzate all’esterno e negli uffici della filiale. Il bottino è stato ingente: circa 20mila euro secondo le prime ricostruzioni. L’esplosione, che ha causato anche danni alla facciata circostante del Comune di Colli al Volturno, ha provocato sgomento all’interno della comunità del piccolo centro in provincia di Isernia.

Finora episodi del genere aveva interessato i paesi del basso Molise, più volte presi di mira da un commando che la stessa tecnica: il furto al bamcomat dopo aver saltare lo sportello con l’esplosivo.

Più informazioni su