Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Differenziata, si cambia: basta eccesso di secco e consegna mastelli a palazzi con 8 unità

È passato circa un mese e mezzo da quando la Rieco Scarl Sud ha messo piede a Termoli, entrando in possesso del servizio di raccolta differenziata in città. Un sistema nuovo per i cittadini termolesi che si trovano ad interfacciarsi, per la prima volta, con questa pratica tanto semplice quanto, a volte, difficile nella metodologia. A chiarire dubbi e perplessità ci sta pensando la stessa ditta che ha organizzato alcuni incontri con i cittadini e gli esercenti per indirizzarli sulla giusta via.

Ad ospitare l’incontro di ieri, martedì 15 gennaio, è stata la scuola media Brigida che ha accolto i residenti presenti. Tanta l’attenzione mostrata sul tema della differenziata, con un’attiva partecipazione e numerose domande e suggerimenti pertinenti.

Nel dialogo con i cittadini è stato importante evidenziare, ancora una volta, la necessità di diminuire drasticamente la produzione della frazione secca residua: in questo primo periodo i contenitori grigi sono stati presi d’assalto, raccogliendo un gran quantitativo di rifiuti recuperabili che andrebbero smaltiti diversamente.

I responsabili della Rieco hanno posto l’attenzione anche sulle modalità di esposizione dei contenitori, chiedendo ai cittadini il rispetto del calendario di raccolta e dell’orario di conferimento, nonché, la necessità di tenere i mastelli o contenitori nella proprietà privata. Una pratica che, purtroppo e come hanno avuto modo di constatare gli operatori, attualmente non avviene. Durante l’incontro è intervenuto anche il direttore della società, il dottor Angelo Di Campli, che ha indicato la strada da percorrere per raggiungere gli obiettivi comuni prefissati.

È di questa mattina, mercoledì 16 gennaio, la riunione con gli amministratori di condominio che hanno incontrato l’azienda ed il Comune di Termoli presso la sala consiliare. L’obiettivo, anche in questo caso, è quello di sensibilizzare al massimo la cittadinanza, sia nell’utenza domestica che commerciale.

Da questo appuntamento sono emerse alcune novità: l’eliminazione dei bidoni e la consegna dei mastelli ai palazzi che ospitano otto utenze, mentre su volumi maggiori che superano le otto unità resteranno validi i contenitori collettivi che saranno posizionati su suolo privato.

Durante l’incontro sono state evidenziate anche alcune criticità, legate sia al conferimento fuori zona ,dove chi passa lascia anche se non vi abita sia alla sostituzione dei mastelli danneggiati.

Inoltre, nel pomeriggio si è svolto l’incontro con il personale dell’Istituto Alberghiero di via Canada, volto alla formazione del personale interno sulle corrette metodologie di differenziazione dei rifiuti prodotti e l’importanza di recuperare tutti i materiali riciclabili. L’utilizzo di materiale didattico con illustrazioni ed esempi concreti inerenti alla specifica utenza scolastica ha reso esaustivo e completo l’incontro di oggi.