Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Dal tir alla pochette: Betty, la maga delle camere d’aria che si è inventata un lavoro

Quando il lavoro manca ci si ingegna a inventarsene uno alternativo: le storia di Elisabetta Sollazzo, 34 anni di Ripalimosani, che col suo riciclo creativo dà nuova vita ai vecchi copertoni di auto

“Quando racconto alle persone che la borsetta da loro maneggiata era la vecchia ruota di un tir in disuso restano scioccate: in Molise, e ancora di più nei paesi piccoli come quello da cui provengo io, non sono ancora abituati a oggetti di questo tipo, capaci di unire l’aspetto estetico con quello etico”.

E’ il racconto di Elisabetta Sollazzo, 34 anni di Ripalimosani. Una laurea in scienze sociali, diversi lavoretti alle spalle e una passione eterna per il riciclo creativo.

“Ho cominciato da piccolissima nell’azienda agricola di famiglia. Andavo lì e prendevo sempre qualche vecchio oggetto abbandonato da nonni e zii per trasformarlo e dargli una nuova vita. Un giorno mi sono ritrovata per le mani un pezzo di camera d’aria di una mietitrebbia, l’ho messa da parte e lì è rimasta fino a quando, all’improvviso, è arrivata l’ispirazione”.

Quella gomma nera si è trasformata in una borsetta che Betty ha indossato attirando – senza volerlo – l’attenzione di amici e conoscenti.

Da quattro anni, un po’ col passaparola, un po’ coi mercatini e anche grazie alla sua vetrina virtuale su facebook (la pagina si chiama “Il caos di Betty”) ha pubblicizzato queste interessanti creazioni.

Oltre a borse e pochette, rigorosamente pensate per le donne, ci sono anche astucci per il tabacco, portafogli, svuotatasche, portachiavi e porta accendini.

Tutto è personalizzabile nelle forme e nei colori, c’è chi arriva con una sua idea da discutere con Elisabetta e chi si accontenta – si fa per dire – delle decine di accessori già pronti da abbinare, perché no, ai suoi bijoux d’ispirazione techno-tribale.

“Il mio desiderio più grande è poter trasformare questa passione in un lavoro. Sarei una privilegiata, di questi tempi è già complicato trovare una occupazione, ma trovarne una che ti piace pure è veramente difficile. Io ci sto provando, mi sono lanciata e sto pensando di aprire una mia bottega, così da poter avere pezzi e attrezzi al loro posto anche perché casa sta diventando stretta”.

Del resto un copertone di auto può essere davvero ingombrante da tenere in soggiorno.