Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Disastro nel cuore della città. Danni in piazza Municipio: panchine rotte, marciapiedi e aiuole danneggiate fotogallery

I responsabili dello scempio dovrebbero essere i mezzi della Sea, la società municipalizzata del Comune, che la notte tra il 5 e il 6 gennaio hanno liberato la zona dalla neve dopo la prima vera ondata di maltempo. Il Comune corre ai ripari, il sindaco: "Provvederemo al ripristino". Ma sarebbe il caso che i responsabili paghino per il disastro.

Sembra quasi che sia stata ‘bombardata’. Dopo la neve e l’azione dei mezzi che hanno rimosso la coltre bianca, c’è il disastro in piazza Vittorio Emanuele. E’ irriconoscibile l’antico ‘salotto buono’ della città, che sorge vicino al corso, per eccellenza il luogo dello struscio nel capoluogo.

Due panchine distrutte e diventato un pericoloso luogo di giochi per i bambini, pezzi di marciapiede divelti, pavimentazione disconnessa, aiuole danneggiate, perfino un tombino semi rimosso riparato questa mattina.

piazza-municipio-danneggiata-143234

Un ‘colpo’ al cuore per i campobassani e per il capoluogo che ha nella piazza un luogo simbolo, che da qualche anno accoglie anche la statua del patrono del capoluogo San Giorgio, ma anche un importante biglietto da visita valorizzato durante le festività di Natale dal bellissimo e imponente albero apprezzato da tanti cittadini, meta di selfie e tappa durante il passeggio. Anche dal maestoso abete sono sparite alcuni addobbi natalizi. Ma forse in questo caso è stata opera di qualche vandalo.

Sembra invece che sia di altra natura la responsabilità del disastro di piazza Municipio: forse i mezzi della ditta che ha installato la pista di pattinaggio o quelli della Sea, la società municipalizzata del Comune, che la notte tra il 5 e il 6 gennaio hanno liberato la zona dalla neve dopo la prima vera ondata di maltempo. Evidentemente utilizzando poche accortezze per gli ornamenti e gli elementi strutturali della piazza dedicata agli inizi dell’Ottocento al re Gioacchino Murat, poi nel 1832 a Ferdinando II e dal e giugno del 1861 al re Vittorio Emanuele. Per i campobassani è piazza Municipio, che si trova proprio lì davanti al Tribunale.

Di fronte allo sfregio del ‘salotto buono’ della città sono insorti tanti campobassani che hanno puntato il dito contro gli operatori della Sea. Anche perchè puntualmente ad ogni nevicata marciapiedi e rotonde vengono devastati dai mezzi spartineve.

Ora è toccato a piazza Municipio. Che doveva essere interessata da un progetto di riqualificazione pensato dagli Assessorati al’Urbanistica e all’Ambiente del Comune di Campobasso. Vennero spostate le panchine, un’operazione che ha scatenato polemiche furiose per i costi (lievitati in un anno e mezzo) e per lo stravolgimento del progetto dell’architetto Mimmo Martino. “Una follia urbanistica”, lo definì l’ingegnere Flavio Brunetti. Poi pian piano la piazza è stata ornata di alberi, erba e lavanda. Lo scorso Corpus Domini aveva un aspetto più curato.

Ora il nuovo scempio. Questa mattina – 14 gennaio – il Comune è corso ai ripari. “Ho dato mandato all’assessore Maio di provvedere al ripristino”, ha dichiarato il sindaco Antonio Battista a Primonumero. Magari sarebbe il caso che pagassero i responsabili, qualora l’amministrazione lo accertasse, e non i contribuenti.

Chissà se il rattoppo restituirà un aspetto più decoroso all’area.