Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Le Rubriche di Primonumero.it - Vita in Versi

Cicerone a Larino, per le luminarie

Più informazioni su

Si ripara, sotto la bancarella

guarda con Cluenzio verso ‘l rosone,

del duomo. Mille luci a pioggerella

sorprendono persino Cicerone,

intento a divorare una scrippella.

È sazio e la musica, col leone

del mosaico, divide anche del vino.

Nel ducale, palazzo, fa ritardo,

indugia la storia, presso Larino

sofferma anche nel presente lo sguardo.

 

Andri050119 Parafrasi = la scena è quella del 30 dicembre, domenica, verso sera. Trovandomi nei pressi della bancarella allestita da mia moglie e mia cognata, di fronte al duomo, ho avuto il piacere di incontrare e poi di conoscere Cicerone. Piovigginava, e lui cercava riparo con l’amico Cluenzio per seguire il gioco di luci e di musica che si svolgeva nella piazza della cattedrale. Soddisfatto dello spettacolo organizzato nella città frentana, l’illustre avvocato, scrittore e filosofo ha acquistato un amigurumi in vendita nella bancarella dove si era riparato, quasi a ricompensare chi lo avesse gentilmente ospitato. A volte come in questo deciotto, dieci versi endecasillabi, mi capita di riportare un avvenimento di gossip, un qualcosa che riguarda un VIP, Cicerone appunto; fortunato io nell’incontro con la storia. Dedico la composizione alle AmiguRossi, senza di loro non avrei mai stretto la mano e conversato con Marco Tullio Cicerone! Un particolare simpatico, non avendo lui un tovagliolino di carta o un fazzoletto con cui pulirsi le mani unte dalla scrippella, gli ho porto un paio dei miei Tempo. Schema metrico della poesia: ABABABCDCD

Più informazioni su