Quantcast

Bandiera blu, Sbrocca: “Per il no dell’anno scorso nessuna risposta, non si capisce come decidono”

A margine della conferenza stampa sul futuro dello stabilimento Fiat di Termoli ieri mattina 26 gennaio, il sindaco Angelo Sbrocca ha risposto alle domande dei giornalisti sulla mancata domanda da presentare alla Fee per ottenere la bandiera blu 2019.

“Confermo che non abbiamo inoltrato domanda – ha detto il sindaco, come per altro già riportato da primonumero.it – perché non riteniamo necessario questo vessillo. Siamo rimasti molto male dalla mancata assegnazione l’anno scorso ma ad oggi non abbiamo ancora avuto risposta sul perché Termoli non l’abbia ottenuta. Il direttivo della Fee è straniero e non si riesce a capire come decidano l’assegnazione”.

Tuttavia il sindaco ha spiegato qual è stata la strategia dell’Amministrazione comunale. “Noi però abbiamo fatto una analisi delle presenze a Termoli che, al netto del terremoto dell’agosto scorso, non hanno risentito della mancata assegnazione della bandiera blu e per questo abbiamo deciso di non fare domanda. L’anno prossimo si vedrà a seconda di quello che sarà il governo cittadino”.

Lo stesso Sbrocca ha poi parlato delle percentuali di raccolta differenziata che secondo alcuni sarebbero la causa del no all’assegnazione del vessillo l’anno passato. “Negli ultimi anni non ci sono state grosse variazioni nelle percentuali e non è quella la causa. Noi però abbiamo sempre detto che bisognava migliorare le percentuali e per farlo andava cambiato il piano industriale. Adesso, con il cambio di gestione le cose stanno migliorando e l’obiettivo è arrivare a percentuali idonee per un paese civile e quindi attorno al 65-70 per cento di rifiuti differenziati“.