Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Amedeo Trivisonno alla ex Gil: quando l’allestimento è talento

Più informazioni su

In tanti hanno visto una mostra bellissima, e bellissimo per tanti è stato perdercisi dentro.
La retrospettiva “Il segno e il colore” dedicata all’opera di Amedeo Trivisonno è una sintesi compiuta e perfetta della qualità, dell’eleganza e della sensibilità che i curatori, tutti, hanno riversato per allestirla nel
più ammirato rispetto per l’artista. Una costruzione fascinosa creata negli spazi espositivi della Fondazione Molise Cultura di Campobasso, dove la pregevole selezione ha fatto il suo importante debutto dal 28 novembre al 6 gennaio.

L’allestimento qui non è stato una semplice cornice: di più. È stato esso stesso essenza speciale e necessaria del raffinato omaggio al grande Maestro molisano.

E così, e per questo, si dovrebbe evidenziare l’eccellenza di un percorso tutto molisano, si potrebbero ripetere le solite chiacchiere stantie e abusate sulle potenzialità mai del tutto sfruttate in loco o in patria. Si dovrebbe e si potrebbe, ma anche no.
Perché il cammino rapito tra la meraviglia creata con carboncino e matita, accompagnata da descrizioni scritte senza sbavature, da luci e touchscreen che ti portano dentro e oltre il lavoro dell’artista, arriva a una sola conclusione, una bella speranza: il talento non fa provincia, né regione. È il frutto, vivaddio, dell’apertura, del confronto, della curiosità, del coraggio. A suggerirlo, l’espressione ammirata e grata negli sguardi di tutti i visitatori all’uscita.

Più informazioni su