Al concerto classico con mamma e papà: nasce ‘Opzione bimbi gratis’ dedicata ai piccoli spettatori foto

Quattro concerti, gli ultimi della ricca kermesse musicale, studiati per far vivere un’esperienza coinvolgente e stimolante ai ragazzi fino ai 13 anni che entreranno gratuitamente assieme ai propri genitori

Se chiedeste a Checco Zalone di introdurre la rosa di associazioni culturali Onde Serene, La casa del libro, Fidapa, Unitre, Don Milano, Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo (Aast) sicuramente intonerebbe la canzone ‘Siamo una squadra fortissimi’. Il motivo? Perché da anni sono l’unica realtà basso molisana a proporre concerti di musica classica in una cittadina piccola come Termoli, con nomi di fama internazionale appositamente arrivati da ogni parte del Globo per suonare ed intrattenere il pubblico.

termoli-musica-144077

Sullo spunto del Maestro e direttore artistico Pino Nese, nasce l’idea di includere un target di bambini per la seconda parte della stagione concertistica della XIV edizione di ‘Termoli Musica’. Con lo slogan ‘Dai l’occasione ai tuoi figli di vivere le emozioni della grande musica insieme a te’, la formula ‘Opzione bimbi gratis’ è riservata alle famiglie e consente ai ragazzi fino ai 13 anni di godere della grande musica in maniera del tutto gratuita. Presentato nel corso di una conferenza stampa di martedì 29 gennaio nei locali de ‘La casa del libro’ di Corso Vittorio Emanuele III, il progetto fornisce la possibilità di seguire un concerto assieme ai più piccoli alla modica cifra di soli 10 euro invece di 13.

L’obiettivo è di avvicinare, attraverso gli adulti, i bimbi ed i ragazzi al mondo della musica classica, per una totale immersione in un’atmosfera ricca di sollecitazioni sonore di elevata qualità: “Un’idea che nasce dopo aver visto diverse famiglie seguire con noi le stagioni musicali – ha commentato il Maestro – Ci rendiamo conto che, seppur il costo dell’abbonamento sia basso, va ad incidere sul bilancio familiare, soprattutto quando ci sono due o tre figli”.

I ragazzi più giovani sono al centro di un altro obiettivo del Maestro Nese che prevede l’inclusione, attraverso lezioni interattive tenute dai professionisti della musica classica: “Faremo suonare i giovanissimi, magari i partecipanti delle gare dei giovani talenti – ha commentato Nese – Il fattore età potrebbe spingere i ragazzi all’emulazione, arricchendo l’attenzione nei confronti di un genere musicale particolare ed armonioso”.

La seconda parte della stagione musicale porterà altri nomi di fama internazionale che si esibiranno sul palco dell’ex Cinema Sant’Antonio, sempre a partire dalle ore 18, assieme ai vincitori del concorso ‘Prodigi per quattro stagioni’ organizzato da ‘Onde Serene’ e l’Aast assieme al Distretto Turistico Molise Orientale di Termoli, che si è svolto nel mese di dicembre e che vedrà protagonisti i giovani musicisti il prossimo 17 febbraio alle 18. Il prossimo concerto in programma è previsto per il 3 febbraio con ‘Le due facce del romanticismo’ del duo svizzero Des Alpes, formato dal violoncellista Claude Hauri e dal pianista Corrado Greco che, per l’occasione, presenteranno anche il nuovo cd.

Gli ultimi due concerti in programma si terranno a marzo, mese di transizione che rappresenta la rinascita, con il passaggio dal freddo alla primavera. Il 3 marzo sarà il turno di ‘Musica a Vienna’ con lo straordinario pianista austriaco Robert Lehrbaumer che si esibirà al ritmo di valzer, sonate, allegri e soirees. Il preludio è affidato a Marta Moffa che riscalderà l’atmosfera con il suono caldo e morbido del suo fedele flauto. La stagione si concluderà il 17 marzo con lo spettacolo dal titolo ‘Bene, bravi, bis. In programma…I fuori programma’ del duo pianistico Roberto Metro ed Elvira Foti: il cinema risuonerà sulle note di Strauss jr., Brahms, Saint-Saëns, Offenbach, Nazareth, De Abrau ed ancora Liszt, Monti e Rossini.

Una chiusura concertistica d’eccezione che farà risuonare la città di cultura ed amore grazie alla polka, al can-can, al tango, alla tarantella, al valzer ed alle serenate. Un’occasione unica di accrescere il proprio bagaglio intellettuale, inserendo nuovi ricordi e lasciandosi trasportare dalle note e dallo spettacolo. “Siamo fiduciosi che sarà una chiusura eccezionale – concludono le associazioni organizzatrici – C’è ancora la possibilità di acquistare l’abbonamento agli ultimi quattro concerti presso La casa del libro o direttamente al botteghino. Venite a trascorrere qualche ora di serenità con noi e passate parola”.