Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Vince l’opera erotica e spiazzante di un’artista 31enne. A Benni Bosetto il Premio Termoli

La giuria, formata da esperti quotati, ha deciso di assegnare il Premio della 61° edizione in mostra al Macte a Benni Bosetto, 31 anni. A lei andranno 5.000 euro. La sua opera, Quattro bastoni (rococò parade), (2018)’, alla fine dell’esposizione, entrerà nella prestigiosa collezione del Premio Termoli.

Più informazioni su

La giuria, formata da esperti quotati, ha deciso di assegnare il Premio della 61° edizione in mostra al Macte a Benni Bosetto, 31 anni. A lei andranno 5.000 euro. La sua opera, Quattro bastoni (rococò parade), (2018)’, alla fine dell’esposizione, entrerà nella prestigiosa collezione del Premio.

benni-bosetto-141117

Opera strana? Singolare? Sicuramente spiazzante. Sicuramente innovativa sia per le forme che per i materiali. Un’opera che colpisce l’attenzione e che parla una lingua eterna e controversa. Magari qualcuno si sarà pure scandalizzato al Macte, il museo di arte contemporanea di via Giappone che ospita la 61° edizione del Premio Termoli. E qualcuno, forse, avrà arricciato il naso. Qualcun altro sarà rimasto “incantato” nel seguire la linea di corpi, falli e fondoschiena mescolati eppure in ordine e simmetria perfetti, dalla quale pendono collane sistemate in indubbia forma erotica. Alla giuria è piaciuta molto.

benni-bosetto-141116

L’opera che ha vinto il Premio Termoli si chiama ‘Quattro bastoni (rococò parade), (2018)’ ed è di un’artista 31enne con all’attivo già mostre personali, collettive e riconoscimenti. Benni Bosetto, nata a Milano nel 1987, laurea presso l’Accademia di Brera e studi al Sandberg Institute di Amsterdam, ottiene il premio di 5.000 euro. L’opera realizzata per l’esposizione di Termoli entrerà nella prestigiosa collezione del Premio.

“Un lavoro immediatamente apprezzato per la sua freschezza formale e per il potenziale speculativo che appare in continua evoluzione”: questa la motivazione della vittoria espressa nel verdetto della giuria, formata da esperti e critici di livello. Marinella Senatore (artista), Stefano Collicelli Cagol (Curatore, Quadriennale Roma 2020) e Lorenzo Giusti (Direttore, GAMeC Bergamo) hanno deciso. La loro decisione è stata comunicata dalla curatrice Attilia Fattori Franchini. L’artista Benni Bosetto ha voluto esprimere il suo apprezzamento all’Amministrazione comunale “per l’incredibile organizzazione e serietà con cui viene organizzato il Premio, sono convinta che riuscirete ad emergere e crescere”.

Un augurio che il Comune di Termoli ha preso molto sul serio.

Il Premio Termoli è al Macte e si può visitare gratuitamente tutti i giorni, dal mercoledì alla domenica, dalle 10 alle 12 e 30 e dalle 15 e 30 alle 18.

 

Più informazioni su