Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Tempesta di grandine e fulmini, ecco cosa è successo: la spiegazione scientifica

Non prevista nelle proporzioni in cui si è sviluppata, ma la perturbazione con grandine e fulmini che si è abbattuta oggi pomeriggio su Termoli e dintorni è stata parzialmente annunciata nelle scorse ore da Gianfranco Spensieri di meteoinmolise.com, al quale primonumero.it ha chiesto una spiegazione scientifica di quanto accaduto.

“Stamattina a Buongiorno Regione avevo annunciato il temporale, e sono persino stato deriso da qualcuno secondo cui a dicembre un temporale è impossibile” esordisce l’esperto meteorologo, che poi spiega in poche parole cosa è avvenuto nei cieli del Basso Molise fra le 16 e le 18 di lunedì 10 dicembre.

“È arrivata aria piuttosto fredda ed è arrivata dal mare, da nord/nord est, aria che tra l’altro si è caricata di umidità passando proprio sopra il mare e si è andata a scontrare in modo molto rapido con un’aria piuttosto mite preesistente. Per altro una convergenza del vento al suolo proprio sul Medio Adriatico al largo di Termoli ha dato modo a questa fenomenologia di diventare particolarmente intensa, tanto è vero che le immagini del radar hanno mostrato la formazione di una vera e propria supercella al largo della costa adriatica”.

Ricapitolando quindi gli elementi sono tre: “Aria fredda che è arrivata da nord, aria che si è andata a caricare di umidità passando sull’Adriatico, quindi area piuttosto mite che era presente sull’Adriatico e convergenza della ventilazione al suolo proprio al largo di Termoli”.