Dalle invasioni di campo al reality show di Canale 5: alla corte della Marcuzzi c’è pure Mario il “Falco”

Il 28enne molisano sarà uno dei dieci concorrenti del pre-reality che si svolgerà in un bosco isolato della Maremma dove assieme ad altri nove aspiranti naufraghi sarà sottoposto a sfide e disagi

Le invasioni di campo sono il suo “segno particolare”. La sfacciataggine pure e il coraggio anche.  Mario Ferri, 28 anni, di Monteroduni ha tutte le carte in regola per far parlare di sé. Lo ha fatto in passato e continua a farlo oggi, perché proprio lui sarà uno dei concorrenti del  pre-reality ‘Saranno Isolani’, il programma che precede l’Isola dei Famosi.

Dieci concorrenti si sfideranno per aggiudicarsi un posto proprio nel reality della sopravvivenza targato Magnolia, in onda a partire da giovedì 24 gennaio in prima serata su Canale 5. Il programma sarà online dall’otto al diciassette gennaio, con la pubblicazione quotidiana di una clip. A condurre Filippo Nardi, ex naufrago della scorsa edizione.

Isolati in un bosco della Maremma, gli aspiranti naufraghi saranno sottoposti a sfide e disagi. Due prove al giorno, ma solo quattro biglietti per l’Honduras. In questo periodo gli utenti potranno votare via app Mediasetplay e via web il loro preferito, questa classifica sarà poi mixata con la classifica ottenuta sul campo dai concorrenti secondo questo criterio: 90% televoto e 10% punteggio prove. I 4 concorrenti con il punteggio più alto (2 donne e 2 uomini) avranno l’accesso alla prima puntata dell’Isola per sfidarsi, tramite televoto, ad aggiudicarsi la presenza nel programma.

Un solo partecipante di ‘Saranno Isolani’ diventerà concorrente dell’Isola a tutti gli effetti.

I concorrenti sono stati presentati da qualche ora e assieme a Giorgia, Giovanni “John” Vitale, Lucia, Eleonora, Salvo, Yuri, Alce Fabbrica e Mirko compare anche lui il molisano Mario Ferri  conosciuto come il ‘Falco invasore’ dei Mondiali di calcio.

Nella presentazione dice “le invasioni sono nate come una scommessa: eravamo in un ristorante e gli amici miei mi hanno sfidato ad avere il coraggio di entrare in campo il giorno dopo. Da lì sono nate altre 15 invasioni, ho girato il mondo grazie a questa cosa”, questo ha raccontato della sua idea geniale per diventare famoso in tutto il mondo.

Ma tra le invasioni più famose, sempre con addosso la maglietta di Superman, c’è pure quella di marzo 2015 proprio all’Isola dei famosi: si è presentato a Playa Uva, in Honduras, per consegnare un salame molisano a Rocco Siffredi e un tapiro a Cecilia Rodriguez. In realtà, aveva già tentato l’impresa cinque anni prima in Nicaragua, ma non filmò l’invasione pensando che fosse in diretta tv; la seconda volta non ha commesso errori! Memorabile anche l’invasione ai Mondiali 2014 in occasione dell’ottavo di finale tra Belgio e Stati Uniti, ma quella volta fu arrestato a Salvador e rilasciato dopo qualche ora in attesa del processo per direttissima.