Occhio alle truffe: i consigli dei Carabinieri contro i raggiri agli anziani

Sempre più spesso si sente parlare di truffe e raggiri nei confronti di persone innocenti, spesso anziani che vivono soli, cadute nella trappola di finti avvocati o dipendenti di società di pubblica utilità come Enel, Inps o Telecom. Per arginare questo fenomeno i Carabinieri del Comando Provinciale di Isernia hanno intensificato i controlli sul territorio, impiegando pattuglie con compiti specifici.

La prevenzione, però, parte da una maggiore attenzione da parte delle ‘vittime’, soprattutto durante le festività natalizie. Proprio per questo i militari del 112 sconsigliano di fidarsi di interlocutori ignoti che si spacciano per familiari o rappresentanti di enti ed istituzioni che chiedono dati personali o denaro.

Nel caso in cui qualcuno suoni alla porta è bene non aprire e chiamare immediatamente il numero di emergenza 112: in questo modo i Carabinieri non solo provvederanno a fornire l’assistenza necessaria alla persona protagonista del mancato raggiro, ma potrebbero anche individuare i malviventi. E’ meglio un falso allarme che subire una truffa.