Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Notte di paura al centro storico: a fuoco negozio di abbigliamento in via Ferrari. S’indaga

L'attività "Bright Store" di via Ferrari presa di mira nella notte da ignoti che hanno cercato di appiccare un incendio: fortunatamente l'interno del negozio si è salvato ma il titolare ha presentato immediatamente denuncia ai carabinieri che ora stanno indagando sull'episodio.

“La madre degli imbecilli è sempre incinta”, recita un vecchio proverbio. La saggezza popolare, spesso, è illuminante e capace di fotografare in maniera autentica la quotidianità. Purtroppo, anche la nostra.

E’ successo nella notte tra sabato 29 e domenica 30, quando ormai anche voci e baccano della “movida” campobassana stavano svanendo: balordi avrebbero cercato di dar fuoco ad un’attività commerciale di via Ferrari.

Scene e immagini da bronx, così care a una certa filmografia straordinariamente gettonata negli ultimi tempi. Ma stavolta la tv non c’entra. Stavolta è accaduto davvero; nella nostra città, in pieno centro.

E l’impatto dell’incendio, secondo quanto emerso sin qui, avrebbe potuto essere ancor più pericoloso.

Il liquido infiammabile probabilmente usato dal piromane di turno non sarebbe penetrato all’interno del locale soltanto per una fortunata coincidenza: stando alle prime ricostruzioni, infatti, si sarebbe fermato proprio al di sotto del gradino posto accanto alla porta d’ingresso.

Una circostanza che ha scongiurato guai peggiori: data la presenza di capi di abbigliamento all’interno del negozio, infatti, il rogo avrebbe potuto estendersi in modo rapido e comportare conseguenze maggiori.

incendio negozio via ferrari

Le fiamme hanno comunque attecchito parzialmente, danneggiando parte della vetrina dell’attività Bright Store e lambendo l’entrata della struttura.

Il titolare ha immediatamente presentato denuncia ai carabinieri che questa mattina hanno effettuato i primi rilievi per cercare di far luce sull’accaduto. Il commerciante è stato ascoltato e al momento tutte le piste sono aperte. Certo è che se le telecamere del centro storico installate fossero già attive sarebbe più semplice per gli investigatori dare un volto al balordo o ai balordi che hanno appiccato le fiamme. Purtroppo quegli occhi elettronici sono ancora spenti ma altre telecamere private potrebbero aver catturato la scena.

incendio negozio via ferrari

Resta il fatto che quanto accaduto in via Ferrari è un gesto grave, gravido di vigliaccheria e drammaticamente allarmante. Un episodio che, in un momento storico in cui il dibattito sulla sicurezza riempie l’agenda mediatica e politica, assume una rilevanza non certo trascurabile.

Perché è giusto garantire serenità a chiunque svolga quotidianamente il proprio mestiere. Perché la scelleratezza di un beota può attentare in un attimo ai sacrifici di onesti lavoratori e delle loro famiglie. Perché questa città non è (più) un’isola felice.