Natale ‘in rosso’ per il Campobasso: valanga di vertenze e 73mila euro da pagare. Il club: “Saldiamo tutto”

La commissione accordi economici ha riconosciuto le spettanze di altri ex calciatori. Il club tranquillizza l'ambiente: "Ce lo aspettavamo. Ad inizio stagione, per questo tipo di spese, abbiamo stanziato un budget per far fronte alle situazioni debitorie accumulate negli anni". E Passione rossoblù lancia l'iniziativa per sostenere la società.

Le vertenze di Benvenga e Menna da 15mila euro? Ve le abbiamo raccontate ieri. Ma erano solo un ‘piccolo antipasto’ del conto più salato che sarebbe arrivato in casa Campobasso nelle 24 ore successive.

Alla lista si sono aggiunti gli ex attaccanti rossoblù Pietro Balistreri (13.300 euro) e Mario Gurma (26.000 euro), l’ex difensore Riccardo Bolzan (7.100 euro), Pietro Gerardi (1.450 euro) e Alfredo Varsi (8.800). Altri 2.400 euro sono le spettanze da saldare per Germano. In totale 73mila euro per i calciatori che nella passata stagione hanno vestito la casacca della formazione del capoluogo molisano. A stabilirlo la Commissione accordi economici della Lega nazionale dilettanti che ha imposto alla società di versare tutto entro il 18 gennaio, altrimenti la squadra subirà una penalizzazione in classifica.

A questo bisognerà aggiungere il conto presentato dall’ex tecnico Giovanni Masecchia: anche lui aveva fatto vertenza e ha avuto ragione.

A pochi giorni dal Natale e dopo una mezza rivoluzione operata dalla nuova società che ha rinforzato la rosa, è arrivato il ‘regalo’ dell’ex dirigenza guidata da Marco De Lucia. Il cospicuo esborso economico, che rischia di lasciare a secco le casse del club, a cui sarà costretta la nuova società ha messo in allarme i tifosi. Tanto che in serata il club rossoblù ha diramato una nota stampa per rasserenare l’ambiente: “In riferimento alle notizie che stanno uscendo in questi giorni, relative alle vertenze di alcuni giocatori ci sembra corretto fare chiarezza e tranquillizzare i tifosi. Quando abbiamo iniziato questa avventura, eravamo consapevoli di ereditare un passato glorioso ma anche le conseguenze di gestioni precedenti che hanno lasciato tanti problemi. Ad inizio stagione, per questo tipo di spese, abbiamo stanziato un budget per far fronte alle situazioni debitorie accumulate negli anni. L’abbiamo fatto perché crediamo fermamente in questo progetto e non permetteremo mai che il passato possa influire negativamente sul presente e ancor meno sul futuro.Stiamo facendo del nostro meglio per restituire alla città di Campobasso e a tutti i tifosi rossoblù il patrimonio calcistico che meritano”.

Anche i tifosi hanno deciso di mobilitarsi. Passione Rossoblù ad esempio ha lanciato l’iniziativa ‘Fino al 90°, oltre il 90°’. In pratica un invito agli abbonati a fare il biglietto in occasione del match casalingo di sabato 22 dicembre: “Abbiamo deciso di dimostrare supporto alla società acquistando il biglietto, senza utilizzare l’abbonamento. Un piccolo gesto che, se messo in atto da più persone, può essere di grande aiuto alla società.