Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

La storia del cane Peppino indigna l’Italia. Scatta la denuncia, le forze dell’ordine si attivano

L'Apac ha sporto denuncia contro ignoti per risalire al responsabile di un'azione che ha indignato l'Italia, arrivando sui principali quotidiani. Le indagini sono iniziate mentre va avanti la gara di solidarietà per pagare la chirurgia plastica e le costose cure veterinarie all'animale.

Più informazioni su

Arriva la denuncia contro ignoti per il caso di Peppino, il cane sfregiato da un petardo infilatogli nel naso. Una storia che ha sconvolto tutta l’Italia, arrivata sui principali quotidiani e testate online della rete e dibattuta freneticamente sui social.

Ora l’associazione Apac di Campobasso ha presentato un esposto con la speranza che le forze dell’ordine possano individuare e fermare gli aguzzini di Peppino, un maschio dal manto bello lucido affidato alle cure dei volontari. Il suo muso è completamente sfigurato e ha bisogno di una operazione delicata, per la quale è già scattata una raccolta fondi, visto che si tratta di cure costose. Una vera e propria gara di solidarietà per contribuire a curare Peppino, che quando migliorerà sarà affidato a un padrone che possa prendersi cura di lui e volergli bene, provando anche a lenire la sofferenza atroce che ha vissuto prima di Natale, quando si è verificato l’episodio sconcertante e crudele.

“Abbiamo sporto denuncia contro ignoti e siamo felici di dirvi che le forze dell’ordine si sono attivate con estrema solidarietà per lui” scrivono i volontari su facebook. “Speriamo che chi sa qualcosa si faccia avanti prima o poi!”

Al momento non si conosce il nome di quello o di quelli che, secondo la prima ricostruzione della vicenda, gli avrebbe infilato un petardo nel naso e lo avrebbe fatto scoppiare, allontanandosi poi senza chiamare i soccorsi. Un dolore atroce e una ferita molto estesa. Peppino è stato trovato vicino il bosco nel quale si era rifugiato da una volontaria dell’associazione Protezione Animali di Campobasso, che si è trovata davanti una scena raccapricciante con il cucciolone sfigurato. Ora è sotto costante monitoraggio: il palato è fratturato e l’unica soluzione, che comunque non risolverà i futuri problemi di salute e infezioni, è la chirurgia plastica.

L’unico modo per aiutare Peppe è con donazioni attraverso: IBAN: IT13Y0526203802CC1408073286, intestato a ‘Associazione Protezione Animali Campobasso’ presso Banca Popolare Pugliese Filiale di Campobasso, via A.Trombetta 26; postepay n. 5333 1710 1210 5637 intestata a Iorio Ilenia Luisa RIOLLS86M63F839I;  PAYPAL: ilenia.apac@outlook.it.

Più informazioni su