Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

La polizia chiude l’anno sotto il segno della prevenzione

Conferenza di fine anno negli uffici della questura di Campobasso. Presentato anche il calendario 2019: il ricavato della vendita sarà devoluto sia al progetto umanitario per i bambini dello Yemen, sia al sostegno del “Piano Marco Valerio”, una associazione italiana che si occupa dell’assistenza di circa 700 minori, figli di dipendenti della Polizia di Stato, affetti da gravi malattie

La polizia di Campobasso chiude il 2018 nel segno della prevenzione dei reati sul territorio. Il 2019? Si aprirà con la stessa impronta ma ulteriormente rafforzata.

Lo ha ribadito questa mattina il questore della provincia di Campobasso, Mario Caggegi in occasione della presentazione del calendario della polizia durante la conferenza convocata con il vicario del questore Nicolino Pepe, il dirigente della Volante, Vincenzo Coletta e quello della Digos, Nicola Di Pasquale.

Non solo fumetti nel calendario 2019. Ad ogni tavola, infatti, sono associati i nuovi segni distintivi di qualifica che consentono di cristallizzare, anche graficamente, l’identità civile della Polizia di Stato. L’intento degli autori, realizzato appieno, è stato quello di interagire e prevedere il futuro, rendendo visibile sin da ora ciò che appunto, nel corso del 2019 potremo vedere per le strade del nostro Paese.

Il ricavato della vendita del Calendario permetterà di attestare un gesto di solidarietà ed i proventi saranno  devoluti  sia al progetto umanitario per i bambini dello Yemen, sia al sostegno  del “Piano Marco Valerio”, una associazione italiana che si occupa dell’assistenza di circa 700 minori, figli di dipendenti della Polizia di Stato, affetti da gravi malattie.

Durante la conferenza stampa inevitabile il riferimento ai fatti di Corinaldo. Tragedia dalla quale sono scaturite le indicazioni del Ministero a rafforzare ulteriormente i controlli in particolare nei locali pubblici in vista delle prossime festività.

“Era un’attività che già svolgevamo – ha precisato il capo della questura – è chiaro che adesso ci sarà un’attenzione più aguzza.  Al riguardo dunque è stato disposto un tavolo tecnico con i rappresentanti delle Forze di Polizia, il Comandante della Polizia municipale, il Comandante dei Vigili del Fuoco di Campobasso, e con i  titolari di discoteche e locali di intrattenimento del capoluogo e della provincia. L’incontro – ha proseguito il questore – ha  consentito di sensibilizzare  tutte le parti intervenute al rispetto rigoroso delle prescrizioni contenute nelle licenze in loro possesso ed in particolare alla rigorosa osservanza della capienza di pubblico in occasioni di eventi di particolare richiamo”.

E dunque sono partiti e proseguiranno i controlli che puntano proprio ad accertare il rispetto delle norme di sicurezza in materia.

Particolare attenzione e vigilanza, infine, è stata assicurata, pertanto, nelle zone dove sono stati allestiti mercatini di natale ed eventi affini, nei luoghi pubblici e aperti al pubblico interessati da un notevole flusso di persone, come chiese, luoghi di culto, centri commerciali, supermercati e centri di accoglienza stranieri.