Insediato tavolo permanente su emergenza Venezuela, in Regione programma per aiutare chi vuole tornare foto

Si è insediato ieri 21 dicembre a Campobasso il tavolo permanente di confronto sull’emergenza umanitaria in Venezuela all’Assessorato Regionale ai Molisani nel Mondo.

La riunione è stata presieduta dal vice Presidente della Giunta Regionale Vincenzo Cotugno e hanno partecipato i sindaci di Monacilioni, Sant’Elia a Pianisi, Toro, Pietracatella e Macchia Valfortore, oltre al vice Sindaco di Mirabello Sannitico, a Biagio Brunetti in rappresentanza del Comune di Castropignano, Benedetta Di Bartolomeo per la Caritas di Trivento e una delegazione dell’Associazione “Giuseppe Tedeschi” e del Direttivo del Comitato Molise Pro Venezuela.

Dopo aver esaminato le molteplici problematiche di chi è costretto a rientrare a causa del clima di violenza che ha determinato l’uccisione di 4 molisani negli ultimi dodici mesi, il vice Presidente Vicenzo Cotugno si è impegnato a predisporre un atto amministrativo da portare al primo Consiglio Regionale utile per definire una serie di misure tese ad agevolare le persone tornate nei paesi d’origine delle loro famiglie e per sostenere le iniziative umanitarie intraprese dall’Associazione “Giuseppe Tedeschi” e dal Comitato Molise Pro Venezuela con la spedizione dei farmaci e i progetti “Adotta un nonno” attivati meritoriamente dalla Caritas di Trivento.

Da rilevare l’assenza di patronati, Inca, Inas, Ital e Acli, dell’Anci e dei Comuni di Campobasso, Jelsi, Montefalcone del Sannio, Guardialfiera, Santa Croce di Magliano, Baranello, Oratino, Gambatesa, Petrella Tifernina e Matrice.

Tuttavia secondo il comitato Molise Pro Venezuela “la riunione ha rappresentato un momento importante per coinvolgere in modo sistematico, attraverso la Regione Molise, il Ministero degli Esteri, le Prefetture, l’Asrem, le Questure, l’Inps, gli Ambiti Territoriali di Zona, i Centri per l’Impiego, la Motorizzazione e l’Ufficio Scolastico Regionale”.