Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Incontri, convegni e promozione a Bruxelles per le eccellenze enogastronomiche molisane

Più informazioni su

Enogastronomia molisana in vetrina ieri a Bruxelles per un’altra delle iniziative che il Governo regionale sta portando avanti a sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese  molisane.

La Regione Molise, attraverso la sottomisura 3.2 del PSR 2014-2020, ha finanziato uno specifico progetto di promozione finalizzato a migliorare il posizionamento sul mercato  dei prodotti agricoli molisani realizzati da aziende che hanno aderito ad uno dei seguenti regimi di qualità: olio extravergine di oliva “Molise” (D.O.P.); salamini italiani alla cacciatora (D.O.P.); caciocavallo silano (D.O.P.); vitellone bianco dell’appennino (I.G.P.); vini D.O.C. – D.O.C.G. – I.G.T.; produzioni biologiche.

Nella mattinata di martedì 4 dicembre nella sede della Regione Molise della capitale del Belgio, si è svolto l’incontro fra le nostre aziende agroalimentari e la grande distribuzione belga. Un’occasione importante per incontrare gli operatori del nord Europa e i rappresentanti della stampa specializzata. Olio, vino, tartufo, ambasciatori della “Qualità Molise”, hanno riscosso grande interesse da parte dei possibili acquirenti, che hanno avuto modo di degustare i prodotti enogastronomici e di apprezzarne la bontà.

Sono intervenuti all’evento il presidente della Regione Molise, Donato Toma, e l’assessore regionale alle Politiche agricole e agroalimentari, Nicola Cavaliere. «Al B2B (terminologia inglese che indica l’incontro, ndr) sono state presenti –  ha affermato Toma – alcune delle eccellenze che la nostra regione può vantare nel settore dell’agroalimentare. Prodotti dell’enogastronomia che vogliamo valorizzare e far atterrare sui mercati europei. Crediamo che il Molise debba farsi conoscere e appuntamenti come questo di Bruxelles sono determinanti per le nostre aziende. Ecco perché, con l’assessore Cavaliere, abbiamo voluto fortemente questo incontro, che ha permesso ai nostri produttori di mettersi in contatto diretto con gli operatori dei mercati esteri».

«Avevamo detto – ha aggiunto il presidente – che questa doveva essere la Casa dei molisani. Abbiamo mantenuto la promessa. La Casa dei molisani è aperta agli stagisti, alle imprese, a tutti coloro i quali vogliono venire a visitarci. Il Molise c’è, il Molise esiste, il Molise è Europa», ha concluso il governatore.

Sempre rimanendo in tema di alimentazione, Toma ha preso parte al Parlamento europeo, al convegno “Dieta mediterranea: il segreto della lunga vita nel tempo della globalizzazione”, dove ha introdotto la relazione di Marialaura Bonaccio sullo Studio “Moli-sani”.

Nella serata, infine, la cucina molisana ha fatto il suo ingresso nel Parlamento europeo: la dieta mediterranea è stata “interpretata” con pietanze della nostra tradizione e vini locali. Prima dell’inizio della cena, Toma ha presentato le aziende agroalimentari molisane presenti e ha parlato delle politiche di marketing territoriale e di internazionalizzazione delle imprese, sulle quali sta investendo convintamente  il  Governo regionale.

Più informazioni su