Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

In una botte di ferro: i consigli dei Vigili del Fuoco per i festeggiamenti di Capodanno

Capodanno e botti, ecco i consigli utili dei Vigili del Fuoco: acquistare solo quelli legali, accenderli all’aperto, maneggiarli con cura e non lasciarli nelle mani di minori od incoscienti.

La corsa per acquistare i fuochi pirotecnici nei negozi in vista del 31 dicembre è iniziata e, come ogni anno, una vasta scelta mette in difficoltà gli acquirenti già provati dalla selezione del regalo natalizio perfetto: c’è chi preferisce le classiche candele magiche o scintillanti, chi le fontane e chi i più rumorosi e, spesso pericolosi, petardi di varia grandezza ed effetto sonoro.

fuochi-artificio-capodanno-142490

Con l’arrivo del Capodanno è doveroso festeggiare, ma si può farlo in tutta sicurezza e senza esagerare, anche perché il bello delle feste è la possibilità di stare finalmente tutti insieme. E malgrado molte città italiane abbiano vietato i botti, Campobasso e Termoli in primis, è certo che non si può impedire ai cittadini di utilizzarli comunque. Un uso spesso smodato ed indiscriminato che può mettere in pericolo se stessi e gli altri, con lesioni che colpiscono principalmente mani ed occhi ma che, nel peggiore dei casi, possono portare alla morte.

In vista della serata più amata dagli italiani è bene richiamare l’attenzione sui possibili rischi a cui ci si espone con l’acquisto e la successiva esplosione dei cosiddetti botti. Per evitare lesioni o incendi, è utile seguire il vademecum dei Vigili del Fuoco che consigliano innanzitutto l’acquisto di soli botti legali all’interno di negozi autorizzati, la loro accensione in luoghi aperti, possibilmente lontano da ospedali o rifugi per animali, ed il maneggiamento dei fuochi pirotecnici per mano di sole persone adulte e consapevoli.

Quella dei botti illegali è, purtroppo, una pratica comune: c’è addirittura una concorrenza fra i vicini di casa a chi fa più rumore, contravvenendo non solo alle regole di buon vicinato ma mettendo a rischio la propria incolumità e quella degli altri. Un’abitudine che fa posizionare il Molise nettamente in controtendenza rispetto al panorama nazionale dove le vendite di fuochi pericolosi tiene sempre banco, così come il loro sequestro a fine preventivo: “Per fortuna nel corso degli anni si è persa l’abitudine dei botti molto pericolosi – ha dichiarato Aldo Ciccone, Capo Distaccamento dei Vigili del Fuoco di Termoli – C’è ancora una frangia di persone che utilizzano quelli vietati, ma la maggior parte predilige quelli di libera vendita”.

I molisani sembrano optare per i fuochi d’artificio con effetto luminoso rispetto a quelli rumorosi: “Si tende a preferire i giochi di luce – ha continuato Ciccone – Pur non essendo innocui dal momento che nulla lo è, si possono usare con piccole accortezze, rendendo felice l’ultimo dell’anno ma senza esagerare”. I termolesi, nello specifico, sembrano aver raccolto il messaggio e già negli ultimi anni hanno preso coscienza del fatto che i botti vietati “sono solo rumore – ha aggiunto il Capo Distaccamento – Al di là della grossa esplosione non c’è nulla. I giochi di luce, al contrario, sono visivamente più belli e suggestivi. Per fortuna piacciono di più”.

Un altro tema molto importante è legato all’incolumità pubblica nei ristoranti e nei luoghi chiusi, soprattutto dopo la tragedia di Corinaldo che ha smosso non solo il mondo dell’intrattenimento ma ha sollevato la questione della salvaguardia dei frequentatori dei locali pubblici: l’attenzione si è spostata sulle norme di sicurezza e sul rispetto delle capienze. Troppo spesso, infatti, molti locali hanno un numero di capacità delle persone sottodimensionato rispetto all’affluenza registrata solitamente.

Un nodo molto importante su cui ha fatto luce lo stesso Ciccone: “Da Senigallia sono partiti una serie di controlli all’interno dei locali, c’è una grande attenzione sul tema. È necessario che ci sia prudenza non solo da parte di chi gestisce una sala, ma soprattutto da chi usufruisce di quel servizio che deve richiedere il rispetto della sicurezza. È un loro, un nostro diritto. Se notate locali troppo affollati potete rivolgervi al 115, ai Carabinieri, alla Polizia od alla Guardia di Finanza”.

Proprio gli uomini guidati da Ciccone saranno impegnati sul territorio basso molisano nella notte tra il 31 dicembre ed il 1 gennaio per scongiurare incendi e prevenire incidenti: “Noi siamo pronti ad eventuali emergenze – ha continuato Ciccone – Speriamo che siano pronti in primis i cittadini che prenderanno parte ai festeggiamenti, cercando di avere comportamenti corretti, consci delle conseguenze che derivano da atteggiamenti sbagliati”. Non ci resta che augurare a tutti una buona fine ed un ottimo inizio in tutta sicurezza.