Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Il fisico, l’altruista, l’imprenditore e l’eroe: ecco chi sono i nuovi ambasciatori del Molise nel mondo

Più informazioni su

Sono stati resi noti i nomi dei quattro molisani a cui è stata conferita l’onorificenza di “Ambasciatore del Molise nel mondo”, riconoscimento attribuito a quelle persone di origine molisana che, per meriti accademici, culturali, politici, sociali e professionali si sono distinti positivamente in paesi stranieri o nelle regioni italiane diverse dal Molise in cui sono emigrate in passato o dove attualmente vivono stabilmente.

Luiz Roberto Evangelista, originario di Toro, Donato Mastropietro, originario di Cercepiccola, Luigi Spina, originario di San Polo Matese e Nicola Scarlatelli, originario di Castel del Giudice: ecco i magnifici quattro che col loro operato “hanno rafforzato l’identità regionale dei nostri corregionali che vivono all’estero o fuori dai confini del Molise affinché quest’ultimi trasmettono alle nuove generazioni valori e tradizioni della nostra terra d’origine”.

Queste le parole del presidente del Consiglio regionale Salvatore Micone il quale ha anche sottolineato come quest’anno il Consiglio regionale abbia inteso coinvolgere nell’iniziativa anche i comuni di provenienza dei quattro premiati, organizzando la consegna dell’onorificenza nel corso di sedute straordinarie dei Consigli comunali.

In quell’occasione verrà consegnato a ciascun neo ambasciatore del Molise nel mondo un’opera dell’artista-artigiano Fernando Izzi, di Torella del Sannio, che rappresenta un globo con al centro il Molise. Micone, infine, ha ricordato come la scelta degli assegnatari dell’onorificenza sia avvenuta a seguito di un attento vaglio delle candidature da parte di una speciale commissione che ha visto l’intervento dei Consiglieri regionali di maggioranza e minoranza, dell’Assessore ai molisani nel mondo, oltre che, ovviamente, del Presidente del Consiglio e dell’Ufficio di Presidenza.

I Consigli comunali per la consegna delle onorificenze si terranno il 4 dicembre a San Polo Matese, il 5 dicembre a Toro, il 6 dicembre a Castel del Giudice e il 7 dicembre a Cercepiccola.

Queste le motivazioni per il conferimento del titolo di Ambasciatore del Molise nel mondo:

LUIZ ROBERTO EVANGELISTA  nato in Brasile e residente in Brasile. Conferitogli il titolo di Ambasciatore Extra UE perché Professore ordinario di Fisica teorica collabora da oltre 25 anni con alcuni dei più importanti centri di ricerca internazionali, partecipando ad alcuni prestigiosi convegni nel mondo. Ha pubblicato oltre 160 articoli scientifici e quattro libri di fisica, tuttavia i suoi interessi culturali vanno ben oltre: dalla filosofia alla musica, passando per la letteratura. Nel 2015 è stato insignito della cittadinanza Onoraria del Comune di Toro (i suoi bisnonni sono di Toro). Successivamente gli è stato conferito il premio “San Giorgio” a Campobasso. Nel 2016 è stato ospite al Centro di Studi Molisano e del Lions Club di Campobasso per una lezione sul tema “Albert Einstein”. Nel 2017 è tornato in regione per presentare la sua opera con una relazione dal titolo (Tempora sunt triariflessioni sul tempo nella fisica , nella filosofia e nella letteratura). il suo racconto sa di Brasile ma anche di radici italiche: un viaggiatore colto che guarda alle strade del sud America con gli occhi di un europeo, tra citazioni letterarie e storie di infanzia.

DONATO MASTROPIETRO  nato a Cercepiccola e residente a Waterloo in Belgio. Conferitogli il titolo di Ambasciatore dell’Unione Europea perché altruista nell’animo, punto di riferimento per molti italiani emigrati e per le loro famiglie, impegnandosi con passione e continuità nel campo dell’associazionismo diviene Presidente dell’associazione Campomolise che organizza eventi ed incontri tra le comunità molisana e belga affinché non si perdano le tradizioni, le radici, lo spirito molisano accogliente che caratterizza i molisani sparsi nel mondo. Campomolise organizza anche feste di beneficienza con iniziative di solidarietà in favore delle popolazioni colpite dal terremoto (S.Giuliano di Puglia, l’Aquila e l’Umbria). Ha rappresentato in Belgio e in Europa fin all’età di 15 anni, quando scese per la prima volta in miniera, un grande esempio di italiano emigrato all’estero.

NICOLA SCARLATELLI  nato a Castel del Giudice e residente a Torino. Conferitogli il titolo di Ambasciatore per le regioni italiane perché è una figura esemplare nel panorama imprenditoriale italiano. Propone una rinnovata cultura di impresa fatta di etica, aggregazione e condivisione. È presidente dell’associazione CNA di Torino – Confederazione Nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa. È Amministratore unico della SAMEC, individuandone le tre parole chiave quali :amore passione e condivisione perché questa è un’azienda che deve trasmettere valori. Promuove il made in Italy che è un patrimonio culturale, un modo di essere unico con radici ben piazzate nella storia.

LUIGI SPINA  nato a Isernia e residente a San Polo Matese. Conferitogli il titolo di Ambasciatore Extra UE perché mentre si trovava in Australia, una sera rientrando dal lavoro, si accorse che in un parco c’era una ragazza in difficoltà che era stata aggredita da un maniaco munito di coltello sul punto di ammazzarla, non ci pensò un solo attimo e si catapultò immediatamente su quel bruto neutralizzandolo in maniera tale che la povera ragazza avesse la peggio ma, in un momento di distrazione, l’aggressore gli sferrò una coltellata al fianco sinistro riportando così una ferita non da poco conto, a seguito della quale gli applicarono ben 50 punti di satura e venne ricoverato per diversi giorni. La notizia fece il giro del mondo e il giovane sanpolese divenne un eroe internazionale per il coraggio dimostrato avendo anche degli elogi dalle autorità australiane.

Più informazioni su