Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Circolo tennis, la Polizia indaga su feste e alcol: ascoltata la 13enne. Spunta una lettera anonima

C'è un doppio filone di indagini dopo l'episodio dello scorso 17 novembre, quando una 13enne si è sentita male per aver bevuto alcol. Da una parte la Squadra Mobile, dall'altra la Polizia Municipale stanno cercando di capire se sono stati commessi illeciti. In via Tiberio sono stati ascoltati alcuni testimoni e la ragazzina protagonista del grave episodio.

Borsone, scarpe da ginnastica e racchetta. Anche se in città si inizia a sentire il freddo, chi pratica tennis non perde le sue abitudini. Giovani e anche qualche adulto continuano a frequentare il circolo immerso nella bellissima villa de Capoa. L’ingresso ai campi è in via Duca d’Aosta, proprio lì dove si fermò l’ambulanza del 118 che la sera tra il 17 e il 18 novembre soccorse una ragazzina di soli 13 anni che si era sentita male nel bel mezzo di una festa. L’alcol la causa del malore.

Da quel giorno, complice anche l’articolo di Primonumero, è stato avviato un doppio filone di indagini: da una parte, gli accertamenti dei vigili urbani su segnalazione dell’Assessorato al Commercio del Comune, dall’altra l’attività investigativa della Polizia.

Poco dopo alla nostra redazione è arrivata una lettera anonima firmata da “un gruppo di ristoratori ed attività di Campobasso”. Raccontano degli esposti già presentati agli organi inquirenti per segnalare le presunte irregolarità che verrebbero commesse all’interno del circolo: feste a base di alcol per i ricchi della Campobasso ‘bene’. 

Se dall’Assessorato al Commercio è partita la richiesta ai vigili urbani di andare a controllare cosa succedesse, è proprio per questo motivo: non sono provvisti di agibilità nè il campo da tennis nè la vicina struttura che fino a una ventina di giorni fa ha ospitato eventi, compleanni e serate. Nè stata rilasciata l’autorizzazione a vendere alcol. C’era dunque il sospetto di illeciti amministrativi che, se confermati, avrebbero portato all’immediata sospensione dell’attività e a multe.

Quattro giorni fa gli agenti della Municipale hanno consegnato all’assessore Salvatore Colagiovanni la relazione con l’esito delle verifiche. Durante il sopralluogo non è stato trovato  nulla: tutto smontato. “Non c’era nemmeno la macchinetta del caffè”.

Ma i titoli di coda ancora non possono scorrere. C’è un secondo e più importante filone di indagine della Polizia di Campobasso. Negli uffici di via Tiberio sarebbero state ascoltate già alcune persone come la 13enne finita in ospedale che agli uomini della squadra Mobile ha detto di aver bevuto anche prima di entrare nel circolo tennis, l’amica della ragazza e altre persone che erano al party. Quando saranno individuate le singole responsabilità, potrebbe scattare una denuncia penale: somministrare alcol ai minori è vietato dalla legge.

Questa ad ogni modo è solo una parte di un’attività investigativa più profonda e sulla quale c’è ovviamente il segreto istruttorio.

Sullo sfondo ci sono dettagli e situazioni poco chiare. Ad esempio, ci sarebbe una guerra tra la vecchia e la nuova gestione, come racconta chi conosce più da vicino il circolo tennis, il cui direttivo è presieduto da Giuseppe Morrone (cognato dell’ex senatore Pd Roberto Ruta) ed è composto dall’avvocato Mariavittoria Farinacci, dal finanziere Massimiliano Leso, dal medico dell’Asrem Gabriele Antinolfi, da Gianni Mite (bancario) e da Gianluca De Lucrezia.

E poi su Facebook nell’annunciare il completamento dei lavori per la copertura dei campi da tennis, in un post del 30 novembre l’Associazione scrive: “Dopo appena 1 anno, 2 campi nuovi e il terzo coperto. Scusate se diamo fastidio“. E invece a chi ci si riferisce quando nel post scritto qualche giorno prima (il 22 novembre) si parla di “questo nostro tennis molisano è così: fatto di prostituzione mentale e pagliacci del circo che pur di avere un minimo di visibilità su questo palcoscenico, sarebbero arrivati (e arrivano) a mercificare sé stessi”?

Invece la pagina Facebook sulla quale erano pubblicizzati gli eventi organizzati nella struttura di via Duca d’Aosta è ferma all’Autumn party di sabato 17 novembre. Ossia proprio la famosa sera nella quale, a causa di una sbronza, si sentì male la 13enne di Campobasso.

circolo tennis Campobasso