Fermo pesca, interpellanza del M5S in Consiglio. Fontana: “Dalla Regione zero contributi ai commercianti”

Il M5S ha presentato in Consiglio regionale una interpellanza sulla questione fermo pesca e sui contributi ai commercianti volti a indennizarli per le conseguenze economiche negative del forzato stop.

“Dal 2006 – spiega il portavoce M5S in Consiglio regionale Valerio Fontana – in Molise esiste una legge che prevede fondi ai commercianti di prodotti ittici per coprire i maggiori costi che le imprese sono costrette a sostenere su altri mercati nazionali nel periodo di fermo pesca. Questo contributo viene erogato ogni anno tramite un bando a rimborso, anche parziale, dei costi sostenuti per reperire, conservare e trasportare il pescato fresco acquistato fuori regione.
La misura – prosegue Fontana – è importante non solo in quanto aiuto concreto ai commercianti ma anche in quanto calmiere dei prezzi al consumo di prodotti ittici nel periodo di maggiore affluenza turistica, ossia in estate, cioè quando viene disposto il periodo di fermo pesca. Tuttavia, i fondi relativi al 2016 sono stati erogati solo ora, mentre sia per il 2017 che per il 2018 non risulta stanziato neanche un euro per questa forma di sostegno”.

Il MoVimento 5 Stelle ha presentato a proposito una interpellanza in Consiglio regionale.

“Vogliamo sapere – va avanti Fontana – perché la Regione non ha previsto fondi per questa importante misura e se anche nei prossimi anni ha intenzione di tenere questi fondi a zero. Il mancato stanziamento arreca non solo un danno al settore del commercio ittico, che tenta di sopravvivere tra mille difficoltà tra cui la crisi del settore pesca, ma all’intera economia molisana. A tal proposito – termina il portavoce M5S in Consiglio regionale – ricordo che proprio in questi giorni si sta svolgendo un braccio di ferro tra Roma e Bruxelles per lo sblocco di 8 milioni di euro destinati alle imprese della pesca che rischiano di non vedersi riconosciuto il bonus fermo pesca 2018. Il M5S è impegnato a tutti i livelli istituzionali, dall’Europa al Molise, per tutelare questo settore fatto di piccole e medie imprese che, solo in Molise, sono fonte di reddito di centinaia di famiglie”.