Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Esulta solo il Campobasso: impresa con la capolista. Ko Isernia e Agnone

Contro il Matelica terzo successo consecutivo per i rossoblù: nelle Marche finisce 2-3 dopo una partita al cardiopalma. Cogliati firma il gol vittoria nel recupero

Un’impresa che vale doppio: il Campobasso non solo ferma la ex prima della classe Matelica, ma conquista il terzo successo consecutivo allo stadio ‘Giovanni Paolo II’. Avviene nella penultima giornata del girone di andata.

Nel primo tempo succede di tutto. E la squadra molisana passa dalla gioia alla delusione nel giro di undici minuti. Dopo la grande parata di Sposito che evita il vantaggio della capolista intervenendo sul tiro di de Santis (18′), i Lupi sbloccano il risultato con Lo Bello che insacca al termine di una bella azione di contropiede di Danucci e Alessandro. E’ il minuto 19. La partita si infiamma: i padroni di casa restano in dieci uomini per l’espulsione di Dorato per un fallo su Danucci.

Nonostante la superiorità numerica, gli ospiti si fanno rimontare in due minuti. Al 27′ il pari del Matelica con Mancini, al 29′ Angelilli deposita la palla in fondo alla porta rossoblù ribaltando le sorti del match.

Due ‘schiaffi’ che stendono il Campobasso. I locali potrebbero chiudere la partita all’inizio della ripresa, ma al 49′ sbagliano un rigore con Melandri. Al 52′ si ristabilisce l’equilibrio  dal punto di vista degli uomini in campo: anche gli ospiti restano in dieci. Cartellino rosso per Lo Bello, autore del gol del momentaneo vantaggio rossoblù.

Al 64′ mister Bagatti inserisce l’attaccante Musetti, sempre a segno nelle ultime partite e rimasto inizialmente in panchina a causa di un affaticamento muscolare.

Finale di partita al cardiopalma: i marchigiani restano in nove per l’espulsione di De Santis, i molisani invece pareggiano con il proprio bomber Musetti che firma il 2-2 dopo una mischia in area.

Ma il bello deve ancora venire per i rossoblù: al 94′ Cogliati lascia il segno sfruttando la corta respinta di Avella sul tiro di Giacobbe. E’ il 2 a 3. Esplode la gioia del Campobasso (che riscatta la sconfitta arrivata al 91′ lo scorso anno) e dello sparuto gruppo di tifosi che ha raggiunto la cittadina in provincia di Macerata.

Danucci e soci raggiungono quota 20 punti in classifica e si allontanano ancora di più dalla zona retrocessione.

Affondano invece l’Isernia e l’Agnone. I biancocelesti perdono per 2-0 a Francavilla, mentre l’Olympia cede di misura e si morde le mani: dopo aver sprecato un rigore, il Montegiorgio firma la rete della vittoria.

(Foto Ss Città di Campobasso)