Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Escrementi di topo a scuola, asilo chiuso due giorni per derattizzazione

Arriva l'ordinanza del sindaco dopo la comunicazione alla rappresentante d'istituto nella serata di martedì. Polemiche in paese per il poco preavviso

Due giorni di chiusura per la scuola dell’Infanzia di Petacciato. Colpa di alcuni escrementi di topo trovati nel pomeriggio di ieri, 4 dicembre, da alcune insegnanti che hanno fatto scattare l’allarme e la conseguente ordinanza del sindaco Roberto Di Pardo.

La decisione presa ieri sera ha scatenato polemiche in paese per il poco preavviso verso i genitori, molti dei quali per impegni di lavoro, hanno avuto delle difficoltà a riorganizzarsi così da poter stare coi bambini.

Come detto, è stata una telefonata giunta al primo cittadino attorno alle 14,30 dalla scuola “Carlo Collodi” di via Adriatico a far scattare la procedura di verifica. Sul posto si è recato il responsabile dell’ufficio dei Lavori pubblici, l’ingegner Marco Manes, che ha verificato l’esistenza di escrementi riconducibili a ratti, nelle aule dell’edificio situato in una zona molto vicina a un piccolo bosco, non distante dal campo sportivo del paese.

Sono state eseguite ulteriori verifiche prima di posizionare delle trappole per topi dopo l’uscita degli alunni dalla scuola che fa parte dell’Istituto Comprensivo “Vincenzo Cuoco”. Tuttavia i tentativi di avvelenare il roditore non sono andate a buon fine, visto che le trappole sono rimaste vuote. Per questo motivo in serata il primo cittadino ha deciso di chiudere il plesso. “Non sappiamo se il topo sia stato in mezzo ai giochi, dove abitualmente i bambini vanno e magari poi mettono le mani in bocca. Parliamo di bimbi piccoli, anche di 2 anni e mezzo. Per evitare rischi per la salute ho ritenuto quindi di chiudere la scuola“.

L’ordinanza parla appunto di “provvedere alla salvaguardia dell’igiene e salute pubblica, provvedendo alla derattizzazione e sanificazione degli ambienti interni ed esterni della scuola dell’infanzia”.

La comunicazione è stata girata in serata, secondo quanto riferito dal sindaco prima delle 20,30, alla rappresentante di istituto, che a sua volta si è presa la briga di comunicarlo a tutti i genitori. Molti di loro quindi l’hanno saputo a tarda ora. “Tanti di noi lavorano, è stato un grosso problema trovare una soluzione per non lasciare i bimbi a casa da soli” si lamentano alcune mamme.

Su Facebook sono piovute polemiche sull’ordinanza che è arrivata stamane, sebbene la comunicazione fosse giunta alle mamme già ieri. Alcuni si sono chiesti il perché di due giorni senza lezioni. “Contiamo di catturare il ratto entro oggi e di fare una bonifica di tutta la scuola domani” precisa Di Pardo.