Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Terremoto, pronti i fondi per l’autonoma sistemazione. Si valuta una misura straordinaria per danni entro i 25mila euro

Video-intervista all'architetto Giuseppe Giarrusso, capo del Dipartimento di Protezione Civile, che garantisce sull'arrivo del denaro necessario a coprire i primi sei mesi di affitto per chi non può rientrare a casa e anticipa che, nella terza ordinanza sulla ricostruzione, saranno previsti aiuti straordinari per velocizzare i tempi per chi ha subito danni lievi, il cui importo è inferiore ai 25mila euro.

La buona notizia per i 540 sfollati che all’indomani del terremoto del 16 agosto scorso hanno dovuto lasciare le rispettive abitazioni la fornisce l’architetto Giarrusso, capo del dipartimento di Protezione Civile, durante un incontro a Guglionesi per discutere sulle condizioni del palazzo pericolante di via Martiri d’Ungheria. Ed è questa: il denaro sta per essere accreditato sul conto corrente della Regione Molise, che poi – sulla base delle richieste inoltrate lo scorso settembre – provvederà a dividere Comune per Comune le somme necessarie a coprire le spese sostenute per gli affitti dai cittadini.

A cominciare da Guglionesi e Montecilfone, ma non solo. Sei mesi quelli previsti a copertura dall’ordinanza di Donato Toma, Commissario straordinario alla ricostruzione e referente del governo centrale. Sei mesi che però, spiega Giuseppe Giarrusso, “saranno certamente rinnovati con la terza ordinanza”,  quella che entrerà nel vivo della Ricostruzione post-sisma, “almeno per altri tre mesi”.

“Il nostro obiettivo – dichiara l’architetto a un pubblico composto essenzialmente di persone che hanno dovuto lasciare casa per inagibilità totale o parziale – “è quello di limitare il disagio e accelerare per quanto possibile i tempi del rientro. Ma è chiaro che finché si resterà fuori da una abitazione inagibile si avrà diritto al denaro per la sistemazione autonoma”. Una misura che nel Molise terremotato si aspettava da tempo, e che finalmente sembra essere giunta a destinazione fattivamente, come conferma anche una telefonata dello stesso Giarrusso al dipartimento nazionale di Protezione civile.  I fondi dovrebbero essere disponibili già a partire da questa settimana, al massimo la prossima.

guglionesi giarrusso bellotti palazzo vernucci

E c’è anche un’altra notizia relativa ai danni da sisma, in modo particolare quelli cosiddetti lievi. Non c’è ancora niente di certo, ma sembra che nella terza ordinanza del Commissario si possa prevedere una misura straordinaria per indennizzare i privati le cui abitazioni hanno subito danni di importo inferiore ai 25mila euro. “Si tratta di una cosa diversa dai famosi ventimila euro del terremoto di San Giuliano di Puglia – specifica Giarrusso – e organizzata diversamente, ma comunque una misura di sostegno per chi ha subito danni non gravi che possono essere riparati in tempi più rapidi di quelli della ricostruzione canonica”.

In pratica i cittadini le cui abitazioni sono lesionate ma non in modo pesante e che devono fare lavori di ristrutturazione possono contare su un importo fino a un massimo di 25mila euro con anticipo o a rendicontazione finale, anche sulla base delle singole necessità, per poter tornare a casa il prima possibile. Una misura alternativa alla autonoma sistemazione, che si sta perfezionando proprio in questi giorni nel dipartimento di Protezione Civile regionale.