Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Battista con Durante alle primarie del Pd. Durante con Battista alle Comunali?

A 24 ore dall’annunciato azzeramento di giunta al Comune di Campobasso, un altro colpo di scena firmato Antonio Battista che è stato tra i sottoscrittori (assieme ad altri fedelissimi rutiani come l’assessora comunale Alessandra Salvatore e il capogruppo Giose Trivisonno) della candidatura alla segreteria del Pd di Michele Durante. Solo ieri il sindaco ha provocato un terremoto a Palazzo San Giorgio azzerando la giunta. Tutto nello stesso giorno in cui in via Ferrari si presentavano le candidature per la leadership del Pd, partito di maggioranza in Comune. Solo un caso? “Alle domande sulla segreteria del Pd oggi non rispondo”, ha detto Battista ai giornalisti che lo incalzavano sull’argomento.

Parole e prospettive diverse se si parla invece delle Amministrative di maggio.  “Vorrei rifare il sindaco per un altro mandato – diceva poche ore fa confermando le voci che si rincorrono da mesi a palazzo San Giorgio – ma mi rimetto alle decisioni della coalizione. Le primarie? Sono disponibile”.

La coalizione non ha avuto tempo e modo di discutere nulla, eppure c’è stato ugualmente un improvviso dietrofront che non è stato preso bene da quei consiglieri comunali che ai gazebo andranno non per sostenere il presidente del Consiglio comunale, bensì l’altro competitors, Vittorino Facciolla.

La strategia del primo cittadino – concordata, forse – con l’eterno manovratore elettorale del centrosinistra Roberto Ruta (il quale, non a caso, appoggia Michele Durante) potrebbe rappresentare il tentativo di far calmare le acque in Municipio.

L’azzeramento a cinque mesi dalle elezioni amministrative e la mini campagna elettorale in casa dem stanno creando più qualche maldipancia nel centrosinistra dove i ragionamenti in vista del voto di maggio sono iniziati ben prima che Battista battesse i pugni sul tavolo pretendendo fedeltà dai suoi assessori. In particolare da quelli prossimi a migrare col centrodestra già dato vincitore.

Ma la ragione potrebbe essere anche un’altra: se Michele Durante sarà appoggiato da Battista alle primarie, il sindaco potrebbe ottenere il suo appoggio alle comunali. Durante, da futuro segretario regionale del Pd potrebbe dire: “Ricandidiamo gli uscenti come prevede lo Statuto”. O addirittura portargli in dote una o più liste alle quali starebbe già lavorando. Pare che Durante puntasse alla poltrona più alta di Palazzo San Giorgio prima di essere coinvolto nella corsa per la segreteria regionale del Pd. Il che avrebbe cambiato le carte in tavola.

Si tratta di ipotesi, per carità, ma un patto di mutuo soccorso tra i due, alla luce delle recentissime novità emerse, non è affatto improbabile.

Anche perché Battista avrebbe così un avversario in meno.