Autismo, al via un progetto innovativo del centro sociale ‘Il Melograno’

Autismo: accoglienza, terapia specialistica e intervento di rete”: è questo il titolo del progetto innovativo che il Centro sociale “Il Melograno” di Larino avvierà nel corso del mese di dicembre.

L’iniziativa, finanziata da un bando della Regione Molise (Direzione generale per la Salute – servizio di programmazione delle Politiche sociali) è stata condivisa con l’Ambito Territoriale Sociale di Larino, i Comuni di Larino e Casacalenda, l’Istituto superiore di Larino e Omnicomprensivo di Casacalenda, il Distretto sanitario di Larino, l’Ordine degli Psicologi e l’Ordine degli Assistenti sociali del Molise e le associazioni “I cavalli della foce” di Campomarino, “Dog-teraphy ‘Mi af-fido a te” di Termoli e la Broadway Dance di Casacalenda.

“Il progetto mira a favorire l’inclusione sociale e il miglioramento della qualità della vita delle persone con disturbo autistico, dando priorità all’età dell’infanzia e dell’adolescenza, attraverso delle attività e delle azioni specialistiche sperimentali che si propongono anche di colmare la mancanza di servizi altamente specializzati sul territorio di riferimento offrendo, dunque, una concreta opportunità per i destinatari e le famiglie interessate”, spiegano in una nota i referenti del progetto.

Nei locali del Centro sarà costituita un’equipe di operatori specializzati (psicologi ed educatori) sulle terapie dedicate all’autismo, in particolare il metodo ABA (Applied Behavioral Analysis) – incluso nelle “Linee guida” dell’Istituto Superiore di Sanità – che “si è rivelato particolarmente efficace per ridurre i comportamenti disfunzionali e  promuoverne altri appropriati, soprattutto per la comunicazione e l’interazione sociale”.

L’intervento sarà associato a momenti di affiancamento delle famiglie, laboratori, attività ludico-sportive (come la danza e la pet-therapy) e altri servizi che si integrano nell’offerta pluriennale del Centro sociale ‘Il Melograno’ e che, attraverso la sinergia con tutte le parti coinvolte, potranno favorire una “buona pratica” di intervento nel pieno rispetto delle esigenze delle persone che saranno seguite e dei loro familiari.

Si informa che nei prossimi giorni sarà pubblicato un bando per l’individuazione dei bambini e dei ragazzi autistici che potranno partecipare al progetto in cui saranno indicati i dettagli dei servizi offerti in modo gratuito.

“Questo progetto – spiega Bianca Maria Fuso Biondi, responsabile del Centro ‘Il Melograno’ – si propone di offrire degli strumenti specifici e orientati alle reali esigenze dei bambini e dei ragazzi autistici che vivono nel nostro territorio. Grazie alla sinergia con l’Ambito sociale e con tutte le realtà coinvolte puntiamo a sviluppare sempre più un approccio integrato e una rete di intervento efficace e complementare agli enti pubblici e privati e ai servizi già presenti nel settore delle disabilità. Un lavoro di equipe che andrà ad alimentare e consolidare un contesto di welfare di comunità e a potenziare i servizi esistenti con gli apprendimenti introdotti attraverso l’intervento specialistico e che saranno gradualmente diffusi a tutti gli ambienti di vita dei destinatari”.