Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Approvato progetto per autovelox, parcheggi blu e piste ciclabili. Saburro: “Cittadini tartassati”

Nuovi parcheggi a pagamento di durata ventennale, un autovelox e una pista ciclabile. Tutto dentro una finanza di progetto che il consiglio comunale di Campomarino ha approvato a maggioranza, trovando però la contrarietà dell’opposizione e in particolare di Antonio Saburro.

“Da quello che è emerso, questo progetto prevede l’affidamento in gestione per 20 anni sia dei parcheggi con strisce blu (a pagamento) a Campomarino Lido che l’installazione di una postazione fissa autovelox per rilevazione di velocità in una zona non ancora specificata del territorio – scrive Saburro, apertamente critico per la scelta dell’Amministrazione Cammilleri -.

La ditta aggiudicatrice a fronte di questo affidamento ventennale deve creare una pista ciclabile dal centro cittadino al lido e alcune piste ciclabili nel Lido per un importo di circa 1,5 milioni di euro ed inoltre corsi di aggiornamento formativo al personale della Polizia Municipale e costi di aggiornamenti del software (autovelox) per un totale annuo di circa euro 190mila euro (neanche se i corsi professionali dovessero farli professori dell’università di Oxford e per gli aggiornamenti al software apparecchiatura autovelox dovessero intervenire informatici della Silicon Valley)” afferma sarcasticamente Saburro.

“Da una stima dichiarata in sede di consiglio comunale, l’incasso per la sosta sulle strisce blu (che saranno quasi triplicate rispetto a quelle attuali) dovrebbe aggirarsi intorno ai 70mila euro l’anno e l’incasso per le contravvenzioni autovelox al primo anno intorno alle 800mila euro.

L’aggio – prosegue Saburro – che verrà corrisposto alla ditta aggiudicatrice per le strisce a pagamento oscillerà tra un minimo di 20 centesimi a 80 centesimo a ora a secondo delle zone di sosta, invece l’aggio che verrà corrisposto  per l’inoltro dei verbali comminati a mezzo autovelox è di 15 euro per ogni verbale spedito”.

Secondo l’esponente di minoranza “oltre lo sconcerto che nel Lido di Campomarino i parcheggi con strisce bianche diventeranno un miraggio e quindi tutti gli automobilisti residenti e non per sostare gratuitamente devono parcheggiare le loro auto lontanissimo  c’è anche il fatto che non ci si può più distrarre percorrendo la strada dov’è posizionato l’autovelox e con tutti i problemi che ci attanagliano quotidianamente è facile superare di 15 chilometri orari il limite di velocità imposto a 50 chilometri orari per vedersi comminato un verbale di circa 185 euro più detrazione di punti sulla patente di guida”.

In chiusura per Saburro “se questo progetto è finalizzato  per la costruzione di una pista ciclabile perché questo emerge, detta opera pubblica pur utile che sia non si può realizzare in questo modo “con i soldi dei cittadini” già super tassati ed in molti disoccupati ma si dovrebbe realizzare usufruendo dei fondi europei, oltre al fatto che ritengo che Campomarino Lido di tutto abbia bisogno, tranne che di triplicare (quasi) i parcheggi a pagamento”.