Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Investimenti pubblici in sanità: il dg Asrem Sosto tra gli esperti del Nucleo. Designato dal Ministero

Più informazioni su

Importante incarico ministeriale per il direttore generale dell’Asrem Gennaro Sosto che sarà   componente del Nucleo nazionale di valutazione e verifica degli investimenti pubblici del Ministero  della Salute.

La designazione è arrivata con decreto del 29 novembre. Il Nucleo, da poco riordinato, è composto  da dirigenti ministeriali e da esperti, 13 in totale, indicati direttamente dal Dicastero e individuati tra una rosa di professionisti di tutt’Italia con spiccate capacità manageriali, professionali e tecniche.

Sosto, già direttore generale in via Ugo Petrella è stato selezionato come  esperto nell’analisi e nella valutazione dei progetti, nell’applicazione degli strumenti d’ingegneria finanziaria e del project financing.

Il Nucleo di valutazione e di verifica degli investimenti pubblici afferisce direttamente alla Direzione generale della programmazione sanitaria. Questa struttura è punto di riferimento delle Regioni, con cui collabora in tutte le fasi per i piani ed i programmi d’investimenti in edilizia e tecnologie sanitarie, su tutti le risorse dell’art. 20 della Legge 67/88, quelle cioè destinate all’ammodernamento  del    patrimonio strutturale  e tecnologico del Servizio Sanitario Nazionale. Specialmente quelle in difficoltà e in ritardo rispetto all’attuazione dei programmi d’investimento  (interventi nelle grandi città, hospice, libera professione intramoenia,ecc…).

Assicura, inoltre, l’integrazione dei Fondi strutturali  europei con i programmi d’investimento  in     sanità ed   esprime poi parere obbligatorio su argomenti rilevanti come accordi di Programma con   le Regioni per: l’utilizzo di specifici finanziamenti per    l’innovazione tecnologica e l’edilizia    sanitaria su tutto il territorio nazionale; programmi di intervento e progetti relativi agli IRCCS         (Istituti di Ricerca e Cura a Carattere scientifico), Policlinici Universitari, Istituti zooprofilattici,  Ospedali classificati; interventi di realizzazione di nuovi ospedali e progetti di ristrutturazione che   superano  il tetto  di spesa di 40 milioni di euro.

Più informazioni su