Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Siti abbandonati rinascono con Bellezz@: 800mila euro dal Governo per un castello, una fontana e un museo

Il castello di Sant'Elia a Pianisi finanziato con 500 mila euro: il progetto di recupero del maniero medievale è dell'Università che coi fondi ottenuti ha intenzione anche di istituire un parco e creare un museo. Duecentomila euro andranno anche al Museo della Zampogna di Scapoli e altri 76mila al Comune di Fossalto per la fontana di località Pozzitello. Si tratta di risorse del precedente governo che ha varato il bando nazionale da quasi 150 milioni di euro spalmati su 273 interventi in tutta Italia.

Sono tre in Molise i progetti finanziati nell’ambito del bando “Bellezza@ – Recuperiamo i luoghi culturali dimenticati” varato quando premier era Matteo Renzi.

Il più importante è il castello medievale di Sant’Elia a Pianisi che ha ottenuto ben 500 mila euro dal governo. Si tratta di una iniziativa a cui hanno lavorato i dipartimenti universitari di Scienze umanistiche, Sociali e della Formazione (Prof. Carlo Ebanista) e di Medicina e di Scienze della Salute “Vincenzo Tiberio” (prof. Gianpaolo Colavita), in collaborazione con il Comune di Sant’Elia a Pianisi. Questo finanziamento permetterà di valorizzare le risorse archeologiche e ambientali del territorio di Sant’Elia a Pianisi e la fruizione turistica, grazie al recupero del castello, alla creazione di un museo e all’istituzione di un Parco.

Il progetto, infatti, figura tra i 273 interventi del bando da quasi 150 milioni di euro che all’epoca dei Mille giorni del governo a guida Partito democratico fu salutato dall’allora sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi come “il più grande progetto nazionale di recupero della nostra bellezza, il patrimonio più grande del nostro Paese”.

Una commissione ha selezionato le centinaia di proposte arrivate tra biblioteche, affreschi, ferrovie, teatri, miniere, aree naturalistiche e molti altri luoghi in tutta Italia destinati a rinascere esattamente come il castello molisano del progetto “Prope castello planisi”.

“Essere prescelti – insieme a poco più di 300 proposte a livello nazionale – ci riempie di orgoglio e ci stimola a proseguire le ricerche e ad ampliare il nostro impegno sul territorio, secondo le linee programmatiche dell’Università degli Studi del Molise. Siamo orgogliosi di questo risultato- questo scrivono dall’Unimol – frutto della fattiva collaborazione del nostro Ateneo con l’amministrazione comunale di Sant’Elia a Pianisi, il segretariato regionale del ministero dei Beni e delle Attività culturali per il Molise e la Soprintendenza archeologia Belle arti e Paesaggio del Molise”.

Nell’elenco degli interventi destinatari delle risorse figurano anche la fontana di località Pozzitello e area di pertinenza di Fossalto per 76mila euro e il museo internazionale della zampogna di Scapoli per altri 200mila.