Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Sacerdoti, si cambia in 5 parrocchie. Il Vescovo assegna nuovi incarichi nella Diocesi

Il vescovo della diocesi di Termoli-Larino Gianfranco De Luca ha assegnato nuovi incarichi ad alcuni sacerdoti del territorio, cambiando loro sede e ruolo così come previsto dal Codice di Diritto Canonico, che recita: “Quando le circostanze lo richiedono, la cura pastorale di una parrocchia, o di più parrocchie contemporaneamente, può essere affidata in solido a più sacerdoti, a condizione tuttavia che uno di essi ne sia il moderatore nell’esercizio della cura pastorale, tale cioè che diriga l’attività comune e di essa risponda davanti al Vescovo”.

In ambito parrocchiale, come si apprende dal sito della diocesi, ecco le recenti modifiche, alcune già anticipate da Primonumero.it la settimana scorsa.

Don Marco Colonna ha assunto l’incarico di parroco della Parrocchia di Rotello, conservando tuttavia il ministero di cappellano del Carcere di Larino;

Don Alessio Rucci, termolese, dopo 8 anni trascorsi a Santa Croce di Magliano a servizio della Parrocchia, dell’Oratorio e del Liceo Scientifico, continua il suo ministero presbiterale a Termoli nella parrocchia del Sacro Cuore.   E’  anche  docente di Religione cattolica negli Istituti Superiori della città. 

Padre Vincenzo Bencivenga, dell’ordine dei Frati minori Cappuccini, entra nella Comunità Pastorale di Santa Croce di Magliano con la specifica responsabilità pastorale della parrocchia di Colletorto; don Angelo Castelli resta il parroco moderatore della comunità pastorale e torna referente della parrocchia “Sant’Antonio di Padova” di Santa Croce;

Don Stefano Rossi, dopo più di 6 anni al servizio della Comunità pastorale di Campomarino, sarà parroco-moderatore nella Comunità Pastorale “Madonna di Bisaccia” di Montenero, che aveva già servito per sette anni come viceparroco; affiancherà quindi don Claudio D’Ascenzo e don Giuseppe Caserio che, in qualità di co-parroci, condivideranno il ministero pastorale nella stessa comunità.

Il neo sacerdote don Guglielmo Gigli, ordinato presbitero il 22 settembre scorso, il più giovane di tutti, inizia il suo ministero presbiterale come co-parroco della Comunità Pastorale di Campomarino, dove affiancherà don Rosario Candigliota

Il Moderatore è un sacerdote scelto tra i parroci delle parrocchie che compongono la Comunità Pastorale. È nominato dal vescovo come guida della Comunità Pastorale ed ha l’incarico di mediare le istanze della pastorale diocesana animando la missionarietà della Comunità Pastorale.

“La sua presenza è rilevante in quanto persona che si mette in gioco nel servizio della realizzazione del Piano Pastorale diocesano nella precisa prospettiva della missionarietà e nel favorire con ogni risorsa a disposizione corresponsabilità e sussidiarietà. Caratteristica precipua del suo servizio sarà la capacità di attivare sinergie con un sano spirito propositivo”.