Quantcast

Randagismo e deiezioni canine, arriva l’ordinanza: obbligo di guinzaglio, bustine e microchip

Contenere la proliferazione dei cani vaganti sul territorio, implementare i controlli sull’adempimento all’obbligo di iscrizione all’anagrafe canina, dotando il cane di apposito microchip, estendendo la predisposizione anche alle aree rurali del territorio ed agli animali custoditi in campagna.

Sono i punti cardine dell’ordinanza emanata dal sindaco di Montenero di Bisaccia Nicola Travaglini in merito al randagismo, alle deiezioni canine ed alla conduzione di cani in luogo pubblico. Nel documento sono previste anche le sanzioni per i padroni che non portano con sé attrezzature idonee per la raccolta delle deiezioni canine e che, nonostante tutto, non le raccolgano.

La circoscrizione si è resa necessaria per “salvaguardare l’incolumità dei cittadini – si legge nella nota – Consentendo la circolazione dei cani nei luoghi pubblici soltanto se gli stessi sono trattenuti da idoneo guinzaglio”.

Oltre all’invito, rivolto ai padroni di cani, circa l’uso di guinzaglio, la dotazione di bustine per raccogliere le deiezioni ed il microchip, il Comune sta provvedendo all’acquisto di colonnine apposite in cui gettare, una volta raccolti, i bisogni canini. Sono inoltre attive le procedure necessarie per il servizio di accalappiamento presso l’Asrem.

Il testo completo dell’ordinanza è consultabile e scaricabile dal sito del comune di Montenero di Bisaccia.