Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Ordigno bellico lasciato incustodito, cittadini preoccupati

Il "caso" del colpo di mortaio inesploso localizzato in prossimità di contrada Pizzarelli, zona che ricade sul confine tra Colle d’Anchise e Vinchiaturo. Dopo un primo sopralluogo dei militari della stazione di Baranello da 24 ore nessuno ha fatto più nulla

Un colpo di mortaio inesploso, molto probabilmente risalente alla seconda guerra mondiale, lasciato in prossimità di una strada e “protetto” soltanto con l’ausilio di un inconsistente nastro plastificato biancorosso senza neanche un avviso cartaceo che vieti l’accesso.

Un po’ poco, vien da dire, per quello che a tutti gli effetti rappresenta un grosso pericolo per l’incolumità pubblica.

La zona in questione è contrada Pizzarelli, che cade nel comune di Colle d’Anchise ma che si trova su una striscia di confine con il comune di Baranello e Vinchiaturo. Tant’è che il cittadino che l’ha trovato è proprio di Baranello e stava andando alla ricerca di tartufo quando i cani piuttosto che il prezioso tubero hanno trovato questo ordigno.

E sempre di Baranello sono i carabinieri che, intervenuti sul posto, dopo aver recintato il colpo di mortaio lo hanno lasciato lì, senza alcuna altra azione finalizzata alla rimozione e – appoggiato nel fango – il proiettile continua a fare bella mostra di sé.

Il problema, sottolineato da molti residenti increduli rispetto a tanta indifferenza, è che nessuno sarebbe più tornato sul posto per decidere il da farsi né, quindi, sarebbe stata fissata la data per farlo brillare, lasciandolo letteralmente esposto con il concreto rischio che eventuali passanti imprudenti possano entrarci in contatto. Motivo per il quale in tanti chiedono perlomeno l’installazione di una barriera metallica per evitare incidenti.

Una pratica, peraltro, non nuova sul nostro territorio, con tanti episodi più o meno simili che si sono registrati nel corso degli anni: l’ultimo proprio a Baranello quando durante alcuni lavori  sulla strada gli operai di una ditta rinvennero un’altra bomba della seconda guerra inesplosa. E’ accaduto durante la stagione estiva e subito intervennero gli artificieri della polizia che si preoccuparono di rimuovere il colpo e farlo brillare in una cava nelle vicinanze di Baranello.