Nuovo chiosco sul lungomare, la Finanza in Comune: nel mirino concessione e spazi utilizzati foto

Le Fiamme Gialle hanno prelevato gli incartamenti relativi alla concessione per il locale inaugurato nell’agosto scorso su via Colombo

La Guardia di Finanza ha fatto visita in Comune martedì scorso 13 novembre per verificare la regolarità di una concessione. Quella del chiosco aperto nell’agosto scorso sull’ultimo tratto di via Cristoforo Colombo, lungomare nord di Termoli. Un bar realizzato nell’arco dell’ultimo anno che però è al centro di verifiche sia da parte delle forze dell’ordine che dello stesso Comune di Termoli. Nel mirino c’è soprattutto lo spazio occupato dalla nuova attività commerciale, che risulterebbe essere differente a quello previsto.

Il personale delle Fiamme Gialle si è presentato negli uffici del palazzo di via Sannitica chiedendo i documenti relativi alla concessione per l’apertura del locale di via Colombo. Si tratta di un’attività aperta grazie al cosiddetto bando dei chioschi, promosso dall’Amministrazione guidata dall’ex sindaco Antonio Di Brino.

Inizialmente il chiosco in questione era stato presentato come attività di affitto di bici, tandem e quad, come per altro recitava anche il cartello del cantiere andato avanti per circa un anno, dall’autunno 2017 fino all’estate inoltrata del 2018. La realtà è stata ben diversa, perché all’inaugurazione del locale si è capito che si tratta di un’attività di bar che offre persino ristorazione, seppure di quella veloce da panini e snack e non da piatti caldi stile ristorante. D’altronde la posizione, con affaccio sul mare, e la realizzazione in mezzo a un prato fra tavolini e panchine pare prestarsi proprio per aperitivi e simili.

Ma da quanto trapela, lo spazio occupato dal locale, o meglio da tutto quello che c’è intorno, sarebbe ben maggiore di quanto previsto dalla concessione comunale. Prato, ombrelloni, percorsi pedonali in ghiaia e recinzione andrebbero oltre lo spazio stabilito dal bando. O almeno questo ipotizzano i controlli. Non solo quelli delle Fiamme Gialle, ma anche quelli voluti dalla stessa Amministrazione comunale che da tempo ha avviato dei sopralluoghi da parte di tecnici e agenti della Polizia Municipale. Non sono escluse novità nei prossimi giorni.