Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Nuovi Frecciarossa a Termoli: fermate dell’attuale Frecciabianca, ma più veloci per Milano e Torino foto

Dal 9 dicembre raddoppia l’offerta dell’alta velocità sulla linea adriatica con fermata in Molise: un nuovo treno in direzione sud al mattino e un altro verso nord al pomeriggio

Dal prossimo 9 dicembre ci saranno altri due Frecciarossa che fermeranno a Termoli, uno per ognuna delle due direzioni. Al mattino quello in direzione sud, al pomeriggio quello diretto verso Milano e Torino. Questi due nuovi treni dell’alta velocità si andranno ad aggiungere ai due già esistenti, quello delle 8,25 che da Termoli arriva a Milano centrale in meno di cinque ore e quello che parte dal capoluogo meneghino alle 15,45 per giungere in Molise alle 20,44.

Gli orari dei due nuovi Frecciarossa non sono stati ancora ufficializzati, anche se lo saranno a breve dato che la modifica è imminente. Si sa però che quello a ‘scendere’ ricalcherà l’attuale Frecciabianca 8807, partirà da Torino Porta Nuova alle 9,18 e da Milano centrale alle 10,28. Il vero risparmio di tempo resta infatti legato alla tratta più a nord, da Bologna in su.

Infatti il Torino-Lecce abbandonerà l’itinerario via Alessandria-Piacenza per un itinerario più veloce sull’Alta Velocità da Torino a Bologna passando da Milano Centrale. Dovrebbero rimanere pressoché identici gli orari per gli altri stop e quindi a Termoli la fermata dovrebbe essere alle 15,33 per poi dirigersi verso sud, non solo fino a Bari ma con capolinea Lecce.

Il treno direzione nord segue la traccia di quello che oggi è il Frecciabianca 8826 che parte da Lecce alle 12.03 e ferma sulla costa molisana alle 15,20 con ripartenza due minuti più tardi. A cambiare sarà l’orario di arrivo a Milano centrale, che dal 9 dicembre prossimo sarà alle 20,22 e non più alle 21,25. A Torino l’arrivo è programmato alle 21,32, mentre ora è previsto un cambio treno e un itinerario più lungo di poco più un’ora.

Inoltre pare imminente l’entrata in funzione del raddoppio della galleria a nord di Ortona, la cosiddetta galleria dei Frentani. Si tratta di una delle ultime due strozzature ancora presenti sulla direttrice Adriatica. Con l’apertura della galleria, ne resterà soltanto una, quella che riguarda direttamente il Molise, vale a dire “l’imbuto” Termoli-Lesina, da anni al centro di proposte controverse sul raddoppio ferroviario.