Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Misteri il 2 dicembre: percorso mini, uscita degli Ingegni nudi dal Museo, poi la vestizione in pubblico sotto i portici del Comune

Sono queste le novità più rilevanti dell'uscita straordinaria dei Misteri prevista per domenica 2 dicembre a Campobasso. L'evento è il più importante tra quelli che dallo scorso giugno celebrano i 300 anni dalla nascita dello scultore Paolo Saverio Di Zinno. Il sindaco Battista: "Alla sfilata anche sindaci da fuori regione che hanno come noi processioni con le macchine a spalla e tecnici provenienti da Roma e Bruxelles per studiare la nostra tradizione e farla diventare patrimonio dell'Unesco".

I bambini non saliranno sui Misteri da subito ma saranno vestiti sotto i portici del Comune dopo l’arrivo degli Ingegni nudi dal museo di via Trento. Sono queste alcune delle novità annunciate questa mattina, 10 novembre, in Municipio dove sono stati forniti i dettagli della sfilata straordinaria prevista per il 2 dicembre a Campobasso.

Si tratta dell’evento di punta del cartellone che dallo scorso giugno celebra i 300 anni dalla nascita dello scultore, nonché inventore delle macchine volanti, Paolo Saverio Di Zinno.

Il sindaco Antonio Battista ha voluto ringraziare tutti coloro che hanno contribuito all’organizzazione di questa iniziativa a partire dal vescovo Giancarlo Bregantini e da Liberato Teberino, presidente e anima, assieme a suo fratello, dell’associazione Misteri e Tradizione. Non sono stati dimenticati gli assessori Lidia De Benedittis (Cultura) e Maripina Rubino (Sport), oltre alla presidente della commissione cultura Giovanna Viola “la quale – queste le parole di Battista – ha dato molta forza per l’uscita straordinaria del 2 dicembre”.

Una uscita che dovrà tendere “a rafforzare l’identità della nostra terra ma anche a scuotere quel sentimento di orgoglio senza per questo dimenticare l’umiltà”. Battista ha anche evidenziato come questa uscita invernale coinciderà con l’inizio degli eventi natalizi generalmente previsti per l’8 dicembre con l’accensione delle luminarie che stavolta sarà anticipata al 2 dicembre. Sempre durante la conferenza il sindaco ha voluto preannunciare che il 2 dicembre a Campobasso ci saranno altri sindaci non molisani “che, come noi, utilizzano macchine a spalla nelle loro processioni” oltre a tecnici provenienti da Bruxelles e Roma chiamati a valutare la nostra tradizione che vorremmo far diventare patrimonio dell’Unesco”.

Più nei dettagli della sfilata è entrato il presidente dell’associazione Misteri e Tradizioni il quale, dopo aver parlato di Di Zinno come di colui “che ha portato l’arte processionaria da Napoli a Campobasso” ha voluto illustrare il percorso della sfilata “che sarà limitato perché questo è solamente un momento celebrativo e non la tradizionale processione di Corpus Domini”.

Alle ore 15 i Misteri nudi muoveranno dal museo per arrivare davanti al Municipio percorrendo via Trento, via Milano, via Roma, via De Attellis fino ai portici di palazzo San Giorgio dove si metteranno in fila con il Sant’Isidoro accanto alla chiesa madre della Libera e a seguire tutti gli altri. Unica eccezione il Mistero di San Leonardo “che conquisterà qualche posizione in quanto, essendo più largo, dovrà stare necessariamente sotto l’arco centrale”.

Alle 15 e 30 il vescovo Bregantini celebrerà una messa per i bambini- angelo, i portatori e gli addetti alla vestizione. “Prevederemo degli altoparlanti esterni data la capienza limitata della chiesa. Alle 16 e 15 ci sarà la vestizione: “Sveleremo questo rito sotto gli archi del Municipio che per la prima volta sarà fatta in pubblico”. Con i bambini vestiti da angioletti e fatti salire su gli Ingegni, la processione ripartirà alle 17 passando per viale Elena, via Verdone, Corso Vittorio Emanuele a scendere e poi il ritorno in piazza Vittorio Emanuele dove intorno alle 18 verrà data la benedizione prima di fare ritorno al museo di via Trento.