La fermata dei bus resta a Tiburtina: i pendolari tirano un sospiro di sollievo

In Campidoglio approvata all’unanimità la mozione unitaria di Fratelli d’Italia, Pd e centrosinistra contro lo spostamento del terminal bus

Aveva preoccupato parecchi pendolari molisani lo spostamento della fermata da Tiburtina alla Anagnina. Il progetto della giunta capitolina guidata da Virginia Raggi era stato contrastato da più parti sia dai diretti interessati che dalle forze politiche regionali. Il nuovo piano sulla mobilità romana, in vigore fra poche settimane, avrebbe avuto un impatto fondamentale sui viaggiatori che dalla nostra regione raggiungono per motivi di studio o di lavoro la capitale.

Ora possono tirare un sospiro di sollievo. Raggiungere o scendere ad Anagnina sarebbe stato molto più scomodo e li avrebbe costretti ad allungare il percorso per giungere a destinazione. Il pericolo è scampato: Tiburtina resterà capolinea degli autobus, dunque snodo fondamentale per i mezzi che arrivano non solo dalla nostra regione, ma anche dall’Abruzzo che pure era sceso in campo in questa battaglia.

A garantirlo oggi – 29 novembre – in consiglio comunale l’assessore alla mobilità di Roma Capitale Linda Meleo. In Campidoglio  è stata approvata all’unanimità la mozione unitaria che ha racchiuso le tre presentate da Fratelli d’Italia, Pd e centrosinistra contro lo spostamento del terminal bus degli autobus regionali dalla stazione Tiburtina ad Anagnina.

A Tiburtina ci sarà solo una piccola novità: gli autobus passeranno dal piazzale ovest a quello est.