Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Inagibili dopo il terremoto: il Ministero concede 3 milioni e 700mila euro per 4 scuole molisane

Il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti ha firmato il decreto con il quale si liberano le risorse promesse per le scuole molisane inagibili dopo il terremoto del 16 agosto scorso. 3 milioni e 683mila euro sono destinati a mettere in sicurezza gli edifici scolastici che al momento non sono fruibili a causa degli eventi sismici del 14 e 16 agosto.

Nello specifico le scuole beneficiarie sono il Liceo Linguistico e Pedagogico di Guglionesi, al quale va la fetta maggiore dello stanziamento. 2 milioni 550mila euro per rimettere in sicurezza l’edificio, procedere con i lavori di consolidamento delle tramezzature che si sono seriamente lesionate per il sisma.

La scuola è chiusa e non ha riaperto dopo la pausa estiva, mentre gli studenti – circa 350 – sono ospiti del plesso di via Catania dove fino allo scorso anno si svolgevano le lezioni delle scuole medie, i cui alunni sono stati invece trasferiti nella scuola elementare di piazza Indipendenza, che ora ospita primaria, elementari e medie.

Un milione e 53mila euro invece vanno a Portocannone per la scuola primaria e secondaria di via Jovine, dove i lavori sono stati iniziati con la firma del contratto per il primo lotto il 31 ottobre scorso, anniversario di un altro tragico evento per il Molise, il terremoto di San Giuliano di Puglia. Sono 160 gli alunni della scuola che proseguono il loro anno scolastico nei locali messi a disposizione dalla curia.

Con il decreto del Ministero alla pubblica istruzione si sbloccano anche 80mila euro per la scuola primaria e dell’infanzia di via Roma a Tavenna. Sulla base delle richieste pervenute – si legge nel documento – “è possibile finanziare gli interventi proposti dalla Regione Molise per un importo complessivo di €3.633.000 a valere sul capitolo 7545 dell’esercizio finanziario 2018 per interventi di messa in sicurezza degli edifici scolastici della provincia di Campobasso (proprietaria dell’immobile di via Colombo a Guglionesi) e dei comuni di Portocannone e Tavenna”

Le richieste presentate dalla Regione Molise erano state 4: c’era anche la scuola elementare di Via Morrone a Larino per la quale sono stati chiesti 730mila euro. Ma questo intervento di messa in sicurezza, dice il ministro, “risulta già autorizzato per il medesimo importo con altro finanziamento del Ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca a valere sulle risorse di cui all’articolo 1, comma 14, della legge 11 dicembre 2016, n. 232”.