Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Guerra alla droga: più controlli nelle scuole e formazione sanitaria ai prof

Tavolo tecnico questa mattina in Prefettura tra dirigenti scolastici della provincia e forze dell'ordine. Obiettivo: avviare una sinergica azione di prevenzione e contrasto all’uso e alla diffusione delle sostanze stupefacenti, fenomeno che, soprattutto negli ultimi tempi desta particolare allarme

Il prefetto di Campobasso Maria Guia Federico questa mattina ha incontrato insieme a tutti i rappresentanti delle forze di polizia, i dirigenti scolastici della provincia di Campobasso.

Obbiettivo: avviare una sinergica azione di prevenzione e contrasto all’uso e alla diffusione delle sostanze stupefacenti, fenomeno che, soprattutto negli ultimi tempi desta particolare allarme e che può attecchire anche nei luoghi deputati alla educazione e alla crescita socio-culturale dei giovani.

Alla riunione hanno partecipato i vertici delle Forze di polizia territoriali: il questore, il comandante provinciale dell’Arma e della Guardia di Finanza, il direttore dell’Ufficio scolastico regionale Anna Paola Sabatini e il dirigente scolastico provinciale.

L’iniziava è stata pensate sulla scia del progetto “Scuole sicure” promosso dal Ministro dell’Interno. Quindi lo scopo è quello di realizzare una stretta collaborazione tra gli operatori del mondo della scuola e le forze dell’ordine nell’intento di sviluppare protocolli di intervento soprattutto in chiave preventiva e, solo qualora necessario, anche repressiva.

prefettura

Il prefetto al riguardo ha evidenziato il ruolo fondamentale che dirigenti scolastici, docenti e personale ausiliario possono svolgere, quali referenti privilegiati per i giovani nello specifico contesto educativo-didattico, per attivare efficaci e condivise politiche di prevenzione che non possono ovviamente prescindere da una generale azione di vigilanza e da una mirata attività info investigativa di competenza degli organi di polizia.

In questa ottica, come ampiamente illustrato dal Questore Mario Caggegi, saranno pianificati in tutte le scuole del territorio provinciale, con una particolare attenzione agli istituti secondari di secondo grado, controlli periodici nelle aree circostanti e all’interno delle scuole.

Inoltre la Prefettura, d’intesa con l’Asrem e con le istituzioni scolastiche, realizzerà il progetto “Dipende da noi” che prevede un percorso formativo rivolto ai docenti, affinché consolidino le loro specifiche conoscenze del fenomeno e possano declinare al meglio la loro funzione di guida ed indirizzo dei giovani studenti e, in particolar modo, di quelli in situazione di difficoltà.