Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Dipendenza da gioco, l’Unione consumatori al Liceo scientifico

“Prevenzione on the road – Lotta alle dipendenze”, è il progetto finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, che si è tenuto al "Romita" di Campobasso con la partecipazione dell'avvocato Ennio Cerio, presidente regionale dell'associazione e Dino Cimaglia, segretario nazionale

Una giornata realizzata dall’Unione nazionale consumatori con l’obiettivo di dare contenuto al termine “dipendenza”. In particolare quella da gioco.

Sì, perché la ludopatia, insieme alla dipendenza da sostanze e da alcolici è un altro fenomeno pauroso che si sta insidiando anche nelle giovani generazioni.

E molti di questi ragazzi non hanno ancora alcuna cognizione del limite che divide, ad esempio nel gioco, quelle forme che possiamo definire sane, da quelle patologiche.

“Per questo – ha spiegato l’avvocato Ennio Cerio, presidente regionale dell’Unione consumatori – abbiamo partecipato a questo progetto che si chiama ‘prevenzione on the road’ e che coinvolge diverse scuole italiane. Ci siamo fermato per ora al liceo scientifico di Campobasso ma abbiamo in mente di portare la nostra opera di sensibilizzazione anche in altri istituti servendoci di un linguaggio semplice e diretto per comunicare ai più giovani le problematiche emotive che si scatenano dietro le varie forme di dipendenza”.

L’interesse da parte degli studenti del “A.Romita” non è mancato. Le seconde e terze classi dell’istituto hanno seguito gli interventi dell’avvocato Cerio e di Dino Cimaglia, segretario nazionale dell’Unione consumatori che hanno suscitato interesse grazie ad un incontro che si è trasformato in un dibattito che ha coinvolto anche i ragazzi con domande e riflessioni.

Un tema nuovo affrontato dall’Unione nazionale consumatori nell’ambito dell’analisi della dipendenza da gioco è stato quello dell’intensa attività di marketing che c’è dietro la costruzione e il lancio di un nuovo prodotto digitale. Questa attività, nella prima parte (appunto la costruzione) è incentrata sulla ricerca dei bisogni del giocatore per poi passare alla ricerca di tutte quelle “funzioni” che stimolano nel giocatore il bisogno di giocare sempre di più.