Differenziata, salta ancora il ritiro della plastica. Nuova gestione, corsa contro il tempo per partire il 1 gennaio

Nei nove centri dell’Unione Basso Biferno mercoledì 21 novembre non sarà ritirata la plastica per un disservizio identico a quello di un mese fa. Intanto è confermata la data del cambio di gestione: dal 1 gennaio 2019 la Giuliani Environment sostituirà la Tekneko

Ancora problemi con la differenziata in Basso Molise. I cittadini dei nove paesi dell’Unione dei Comuni del Basso Biferno non dovranno posizionare i mastelli gialli fuori dalle proprie abitazioni questa sera 20 novembre o al più tardi domattina. Il ritiro della plastica infatti per questo mercoledì non è previsto. La conferma dagli amministratori comunali: “Come già successo nello scorso mese di ottobre il consorzio Corepla ha comunicato all’Unione dei Comuni del Basso Biferno che sospenderà il ritiro della plastica”.

Gran bel disagio per le decine di migliaia di cittadini di Campomarino, Guglionesi, Larino, Montecilfone, Montenero di Bisaccia, Petacciato, Portocannone, San Giacomo degli Schiavoni e Ururi che dovranno tenersi in casa bottiglie, incarti e tutto il materiale di plastica che settimanalmente viene ritirato a domicilio.

“Il responsabile dell’Unione ha già provveduto ad inoltrare formale diffida per la riattivazione del servizio già da mercoledì prossimo” fanno sapere dall’Amministrazione comunale di Petacciato che ha avvisato sui social i cittadini. Conferme anche dal presidente dell’Unione, il sindaco di Ururi Raffaele Primiani. “Abbiamo già contattato la Prefettura, si tratta di un disagio importante che va risolto. Speriamo di farcela per la settimana prossima”. Secondo Primiani (foto sotto) “il consorzio Corepla sta avendo difficoltà da tempo nello smaltimento della plastica. Questo succede non solo da noi, ma a livello nazionale”.

Raffaele Primiani, sindaco Ururi

Oltretutto all’orizzonte c’è il cambiamento della gestione del servizio. Il porta a porta nei nove paesi dell’Unione (San Martino ha deciso infatti di provvedere autonomamente) verrà gestito dal 1 gennaio 2019 dalla Giuliani Environment, l’azienda molisana che ha vinto il bando da oltre 23 milioni di euro complessivi per sette anni e che sostituirà l’abruzzese Tekneko.

“Venerdì noi sindaci incontreremo i vertici della ditta a Guglionesi. Stileremo un calendario di incontri e di comunicazione nei paesi prima dell’avvio del servizio” annuncia Primiani. Non dovrebbero esserci modifiche sostanziali per gli utenti che ormai sono abituati alla differenziata domiciliare. “La ditta sarà incentivata a riciclare sempre di più perché in questo modo avrà ricavi maggiori” fa sapere il presidente dell’Unione.

Qualche dubbio rimane sui tempi, visto che manca poco più di un mese a Natale e sembra difficile che gli incontri possano svolgersi a ridosso o durante le festività natalizie. Occorre quindi fare presto per poter preparare al meglio i cittadini in vista del cambio di gestione.