Presentata la ‘Carta dei diritti della bambina’ contro ogni forma di violenza o discriminazione di genere foto

Il consiglio comunale dello scorso 13 novembre ha visto l’approvazione di un importante strumento a tutela del genere femminile, la ‘Carta dei diritti della Bambina’ presentata da Fidapa. Questa mattina, giovedì 22 novembre, la sala consiliare termolese ha accolto la presentazione di questo tassello essenziale per la difesa delle donne, più o meno adulte, troppo spesso vittime di violenze di ogni genere.

carta-dei-diritti-della-bambina-140270

Alla presenza di un nutrito gruppo di studenti delle scuole medie, la Presidente termolese della Fidapa Concetta Spadaro, ha introdotto i lavori spiegando i motivi della proposta di adozione della Carta al Comune di Termoli da parte dell’associazione, ricordando l’appuntamento di domenica 25 novembre con la ‘Giornata internazionale contro la volenza sulle donne’ che vedrà l’inaugurazione di una panchina rossa, simbolo del messaggio, alle ore 12 in Piazza Monumento.

Si tratta del primo comune molisano ad aver approvato e reso immediatamente esecutivo il documento. Iter che si è svolto in diverse tappe, come ha ricordato il Presidente del consiglio comunale Manuela Vigilante. Un impegno etico nei confronti delle bambine, delle donne e della cittadinanza.

Il vice sindaco Maria Chimisso ha sottolineato l’importanza dell’adozione della ‘Carta dei diritti della Bambina’ in un momento storico in cui troppo spesso la società ha atteggiamenti sessisti e discriminatori nei confronti delle donne e, rivolgendosi soprattutto agli studenti presenti nella sala consiliare, li ha invitati al rispetto, iniziando innanzitutto dal linguaggio. E’ stato poi il turno della referente distrettuale Iolanda Palazzo che ha letto i 9 articoli di cui è composta la carta.

L’intervento della referente di sezione e past president Fernanda Pugliese ha ribadito l’importanza di questi diritti, spiegando la simbologia nascosta dietro le bambole di terracotta create dall’artista Prune Nourry, create per rivendicare le norme. Le conclusioni sono state affidate alla Presidente Distrettuale Anna Maria Elvira Musacchio che ha sottolineato quali siano i diritti dei bambini già contenuti nella Convenzione sui diritti dell’infanzia dell’Unicef e che anche i diritti della bambina devono essere intesi come diritti di tutti gli esseri umani.

Grande attenzione da parte del pubblico in sala e applausi al momento delle consegne delle pergamene, contenenti la Carta dei diritti della Bambina a tutti i referenti delle scuole, all’associazione Lions Club Host, all’Archeoclub, all’associazione ‘Mai più sole – non una di meno’ e ad una madre presente in rappresentanza di tutte le mamme termolesi.