All’opera nel sisma di Amatrice, riconoscimenti per 33 ingegneri molisani

Anche i professionisti molisani coinvolti nelle verifiche sulla agibilità degli edifici dopo la scossa di 6.0 del 24 agosto 2016 che rase al suolo Amatrice e i paesi vicini

Più informazioni su

Era il 24 agosto 2016 quando una scossa di terremoto di magnitudo 6.0 con epicentro tra Accumoli e Arquata del Tronto fece tremare tutto il centro italia. Un sisma devastante, avvertita pure in Molise. Amatrice, Accumoli e i comuni limitrofi vennero rasi al suolo. Sotto le macerie morirono 303 persone, mentre 200.000 immobili vennero lesionati.

Anche la nostra regione si è mobilitata per aiutare le popolazioni delle province di Rieti, Ascoli Piceno, Macerata e Perugia. Uomini e mezzi partirono per assistere le popolazioni terremotate, vennero allestite tende e cucine da campo della Protezione Civile. Iniziative che si sommarono alla organizzazione di iniziative come raccolte di cibo e di beni di prima necessità.

Per Amatrice partirono anche gli ingegneri molisani: 33 complessivamente, 28 della provincia di Campobasso e 5 della provincia di Isernia. Professionisti  impegnati nelle opere di assistenza alla popolazione, in modo particolare nelle verifiche tecniche post sisma per controllare gli immobili inagibili e nella rilevazione dei danni provocati dal terremoto.

Gli ingegneri saranno premiati mercoledì 28 novembre in Provincia con una cerimonia organizzata dall’Ordine guidato da Antonio Molinari e durante la quale saranno conferiti gli attestati di encomio. Si tratta dei professionisti dell’Associazione Nazionale Ingegneri per la prevenzione e le emergenze (IPE) che si propone di valorizzare la cultura della sicurezza e della prevenzione, oltre a supportare il Consiglio Nazionale Ingegneri nell’attuazione del protocollo di intesa con la Protezione civile per essere al servizio delle popolazioni colpite da eventi calamitosi, senza dimenticare l’impegno nelle fasi di prevenzione e sensibilizzazione della fase di emergenza e ricostruzione.

La cerimonia rientra nel programma delle iniziative organizzate a novembre, mese della prevenzione sismica istituito per la prima volta in Italia e denominato ‘Diamoci una scossa’.

Più informazioni su