Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Reperti archeologici in Comune, mistero svelato: donati dal dottor Regnoli 28 anni fa. Oggi le targhe

Più informazioni su

Quei reperti archeologici sono lì da ben 28 anni. Cippi funerari che abbelliscono l’atrio del Comune di Termoli, e che i cittadini hanno sicuramente notato tra una inevitabile visita e l’altra negli uffici del Municipio. Fino ad ora però non era mai stata attribuita la paternità di questi reperti né stabilita la loro provenienza con esattezza.

Problema risolto perché questa mattina sono state consegnate le targhe alla presenza del dottor Roberto Regnoli, ex primario di ortopedia dell’ospedale di Termoli e termolese d’adozione, visto che è originario di Bologna ma che nella cittadina adriatica ha trascorso gran parte della vita.

Quei reperti erano della sua famiglia. Lo ha detto lui stesso precisando che “prima ancora che io venissi a vivere a Termoli i miei parenti venivano a caccia in questi territori e proprio qui li hanno trovati. Per questa ragione – ha continuato il dottor Regnoli in una breve e semplice cerimonia organizzata in Municipio col sindaco Sbrocca, i consiglieri Casolino e Di Tella e il presidente dell’Archeoclub De Lena – ho deciso ormai 28 anni fa di donarli al Comune. In modo che tutti i termolesi potessero vederli”.

Oggi sono state poste le targhe che attestano la tipologia di reperti e la loro provenienza, una iniziativa voluta dal consigliere Andrea Casolino che spiega: “L’idea è che con un piccolo gesto si possa fare qualcosa di bello per la nostra città. Perché accanto alle grandi opere esistono anche questi piccoli gesti che ridanno dignità alla cultura e ci aiutano a progredire”.

Più informazioni su