Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

In giro con tirapugni e proiettile, 16enne denunciato. In carcere truffatore ospite della Casa degli Angeli

Complessivamente cinque persone sono finite nei guai dopo gli ultimi controlli della Polizia di Campobasso

Cinque persone sono finite nei guai dopo le ultime operazioni della Polizia che, come disposto dal questore Mario Caggegi, ha intensificato i controlli in vista della festa di Ognissanti e della commemorazione dei defunti.

Il più giovane è un campobassano di soli 16 anni. E’ stato denunciato dalla Squadra mobile per detenzione illegale di oggetti atti ad offendere. Dopo averlo perquisito, i poliziotti lo hanno trovato in possesso di un tirapugni in metallo e di un proiettile, oltre che di una piccola quantità di droga che aveva per uso personale. La droga è stata sequestrata. Inoltre, durante la perquisizione il ragazzo si è reso responsabile anche di resistenza a pubblico ufficiale dal momento che impediva agli operatori della Squadra Mobile di effettuare il controllo.

Era ospite invece della Casa degli Angeli, la mensa di poveri di via Monte San Gabriele, il 60enne che ha messo a segno truffe in tutta Italia. L’uomo è stato portato in carcere dopo che gli agenti della Squadra Mobile hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare emessa nei suoi confronti dal Tribunale di Sorveglianza di Campobasso. In particolare, il provvedimento restrittivo è cumulativo delle pene relative a più procedimenti penali.

Invece nella rete della Volante è finito un ambulante napoletano di 35 anni che aveva già precedenti di polizia, che spesso viene a Campobasso per vendere abiti con la sua bancarella ma senza avere la prescritta autorizzazione comunale. Nei suoi confronti il Questore di Campobasso aveva emesso il provvedimento di foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel capoluogo. L’uomo, sorpreso e controllato nei pressi di un centro commerciale, è stato denunciato.

Inoltre, devono rispondere di evasione due giovani, uno di 24 e l’altro di 28 anni. Il primo, pur essendo agli arresti domiciliari come stabilito dalla Procura della Repubblica di Campobasso, è stato sorpreso dopo essere uscito dalla sua abitazione senza autorizzazione. E quando gli agenti sono arrivati nella sua abitazione per il consueto controllo, non l’hanno trovato. Al termine delle ricerche della Polizia, è stato rintracciato nel capoluogo e riaccompagnato a casa.

Infine, la Squadra Volante ha eseguito il provvedimento del Tribunale di Campobasso nei confronti di un giovane di 28 anni che, resosi responsabile di evasione, è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.